Tuesday, July 01, 2008

Un nuovo inizio per Batman OVVERO aspettando Il Cavaliere Oscuro

"Batman Begins" perchè? Perché, dopo cinque film, ricominciare dall' inizio? Perché, e qui siamo a prova di smentita, le due (a quanto pare una non bastava) pagliacciate imbastite da Joel Schumacher avevano ucciso cinematograficamente il personaggio. Per riportare Batman sul grande schermo era necessaria una rinascita, un adattamento ai giorni nostri che avesse la forza di dare alla sua figura il giusto spessore, la giusta immagine. Il progetto fu affidato a Christopher Nolan, regista al suo primo film "d'azione" ma che si trova perfettamente a suo agio a raccontare personaggi ambigui, vittime delle loro ossessioni: chi meglio di lui allora poteva raccontare la storia di un uomo roso dal desiderio di vendetta che nasconde la sua identità dietro una maschera? Forse qualcuno ci sarebbe anche potuto essere, ma Nolan si è rivelato all' altezza del compito. Uniformandosi allo standard attuale dei supereroi cinematografici, che vede importanti registi dare un'immagine matura dei personaggi rappresentati, anche Nolan lavora profondamente sulla figura "umana" di Bruce Waine: tormentato dal pensiero che le sue paure abbiano causato la morte dei genitori, Bruce cerca nella vendetta e nella rabbia di soffocare il senso di colpa. Ed è così che comincia la sua caduta. La sua rinascita avviene invece sul "tetto del mondo", L' Himalaya, nella scuola della Setta delle Ombre dove impara a governare le sue paure, a trarne forza. E' qui che capisce che può usare la sua paura contro gli altri, che la sua paura può diventare il simbolo che salverà Gotham dall' autodistruzione. Fondamentale quindi, nella visione di Nolan, dare anche all' alter-ego di Bruce Waine il giusto spessore in modo da far apparire plausibile e motivato il suo vestirsi da uomo-pipistrello e dare un senso preciso alla maschera stessa. La sceneggiatura sceglie una strada pericolosa e potenzialmente suicida (scelta che mi sento di appoggiare completamente) dedicando molto tempo alla formazione dell' uomo dietro la maschera e facendo comparire Batman solo dopo un ora di film. La seconda ora è dedicata invece alle gesta dell' eroe ed è in questi sessanta minuti che il fim mostra il fianco a qualche difetto probabilmente dovuto all' inesperienza di Nolan nel gestire i tempi cinematografici del genere. Comunque, tra scazzottate (anche qui Nolan deve sicuramente prenderci la mano) e inseguimenti in auto (la nuova Batmobile è tanto bella quanto tamarra), c'è di che soddisfare quel desiderio di pura azione che una pellicola di questo tipo per forza di cose accende. Un Batman tutto nuovo insomma, con un cast nuovo anch' esso che vede Chrstian Bale nei panni di Bruce Waine e del suo alter ego, Micheal Cane nel ruolo del maggiordomo Alfred e Gary Oldman in quello del "non ancora" commissario Gordon. Il ruolo dell' amica d'infanzia di Bruce è toccato a Katie Holmes che personalmente, con quella sua boccuccia sempre storta, non sopporto proprio. Liam Neeson e Chillian Murphy interpretano i "cattivi", rispettivamente il mentore di Bruce, Ra's Al Ghul e Lo Spaventapasseri. Curioso e interessante che la scelta degli antagonisti di Batman sia ricaduta su questi due e non sul suo nemico storico di cui sentiamo parlare solo alla fine del film, di cui vediamo l'inconfondibile "firma". Un avvertimento per quel che verrà.

2 comments:

panapp said...

Ma non l'avevi ancora visto??? È spendido, Nolan è il mio nuovo idolo, non ha irato finora un solo minuto di pellicola che non sia Grande Cinema. Data l'abdicazione di Burton, lo considero il mio attuale regista preferito in assoluto.

P.S.: a me Batman 3 & 4 di Schumacher sono piaciuti moltissimo! Ma lì sono strano io, perché apprezzo tanto il serio quanto il faceto, ed i Batman 3 & 4 sono troppo folli per essere presi sul serio!

Weltall said...

@panapp: si, si, l'avevo gia visto ma ho voluto scriverne qualcosa prima dell' uscita di The Dark Knight ^__*
Anche a me è piaciuto molto (più la prima parte ad essere sinceri) e Nolan è uno dei miei registi preferiti ^__^

I Batman di Schumacher proprio non riesco a digerirli ma probabilmente dipende molto dalla mia avversione per questo regista ^__^