Monday, May 26, 2008

Sequel? No, meglio definirlo un "parallequel"


Facciamo un po' il punto della situazione:
Saw, pubblicizzato come il Seven degli anni 2000, si dimostra un thriller piacevole con qualche buona idea. Il progetto nel suo insieme appare troppo ambizioso e non sapendo bene che direzione prendere, si sega le gambe da solo proprio come è costretto a fare il povero protagonista del film.
Saw 2, stranamente l'ho gradito più del primo. Lo schema "enigmi, indagini, colpo di scena" rimane invariato ma il film si prende un po' meno sul serio e manda al macello una serie di personaggi abbastanza stereotipati. Il lato puramente gore della pellicola mi conquista (straordinaria la fossa con le siringhe).
Saw 3. Completate le linee curve del "3" ed otterrete un 8. Mettetelo in orizzontale ed ecco in segno dell'infinito. Visto il modo in cui si continua a tenere in piedi questa saga, mi sembra ci stia pure bene. Il film torna a farsi serio, la trama sempre più machiavellica (ma a che pro?), le trappole sempre piu splatterose. Solo che il moribondo Jigsaw ha proprio rotto, le sue motivazioni fanno acqua e si perde il gusto anche di vedere dei poveracci maciullati dai suoi "giocattoli". Per fortuna muore (scusate lo spoiler).
Saw 4. Saw 4?!? Ma Jigsaw non era morto? Certo. E' defunto che più defunto non si può ma la morte non può fermare un geniaccio come lui. Ma a dir la verità questo non è un vero e proprio seguito visto che gli avvenimenti si svolgono quasi paralleli al terzo capitolo. Forse il titolo più corretto sarebbe stato Saw 2.5 o meglio Saw 2 - Service Pack 3. Si costruisce naturalmente una storia tutta nuova ma legata a filo diretto con i film precedenti. Si approfondisce il personaggio di Jigsaw, si tira in ballo la sua ex moglie, si cerca di dare maggior "corpo" alle sue motivazioni per capire cosa lo spinge a fare coriandoli delle persone che arbitrariamente decide di "aiutare/punire". Ma per quanto ci si sforzi, dopo quattro film il personaggio ha il carisma di un alare da camino e anche il burattino in triciclo appare più interessante di lui. Bisognerebbe guardare un film così con altri occhi, questo è vero. Non cercare il filmone ma godersi almeno il macabro spettacolo offerto delle intricatissime macchine di tortura. Solo che se le violenza diventa fine a se stessa, a lungo andare anche il gusto per il gore si spegne e la regia "tutta scena e poca sostanza" di Darren Lynn Bousman non aiuta di certo. Comunque, fan di jigsaw potete stare tranquilli. Tutte le basi per un quinto film sono state poste e visto il modo in cui le storie si intrecciano tra i vari film, non mi stupirei se Saw diventasse il primo "serial cinematografico". Rabbrividiamo.

13 comments:

Edo said...

Ah ah, menomale che mi sono fermato al primo!

gahan said...

>>>non mi stupirei se Saw diventasse il primo "serial cinematografico"

Un serial horror: lo è già, ed è questo che in molti 1) non capiscono o 2) detestano. Un saluto!

Killo said...

Io ho visto solo il primo....gli altri mi sembravano una bagianata...Però...si può aspettare il dvd

dreca said...

sono preparatissima [incredibile!] li ho visti tutti e 4! concordo che il migliore è il 2...
su quest'ultimo che dire, forse se lo potevano risparmiare. anche le scene macabre non lo erano quanto i precedenti. la storia è tirata per i capelli, lui non decideva di creare il gioco dopo aver scoperto il tumore? ora pare che l'abbia ideato prima...bah...

Gianmario said...

Mah, non so, la prima oretta del primo non e' male, poi il secondo ed il terzo sono noiosissimi. L'unica cosa buona sono i complicati meccanismi di morte ma da li a farne un film ce ne passa. Spero la smettano al piu' presto.

Roberto Fusco Junior said...

Ho visto i primi due per capire l'andazzo generale ed evitare di vedere gli altri a cinema. Che poi il 3 non l'ho ancora recuperato neanche in DVD magari signifa qualcosa. Eppure una maratona Saw prima o poi la organizzerò. Aspetto che escano almeno i primi 6.

Weltall said...

@edo: eh eh eh io ti consiglierei di dare uno sguardo anche al secondo, senza aspettarti niente di che naturalmente ^__*

@gahan: innanzitutto benvenuto ^__^
Non detesto la serializzazione di Saw e in fondo posso anche capirla (credo che sia mossa da motivi soprattutto commerciali piuttosto che artistici).
Solo che la storia comincia a diventare inutilmente articolata e questo cavolo di Jigsaw non ha per niente il fascino che il cattivone di una serie horror dovrebbe avere. Posso anche accettare di restare un' ora e mezza a guardare quale intricato giochetto si è inventato, ma dopo tre film anche quell'aspetto ha cominciato a stancare.

@killo: come ho detto sopra, consiglierei di recuperare il secondo e fermarsi li ^__^

@dreca: "lui non decideva di creare il gioco dopo aver scoperto il tumore?" questo infatti è un maldestro tentativo di tenere in ballo un personaggio bello che defunto, cercando di dargli lo spessore con non potrà mai avere.
Mi fa piacere che concordiamo sul secondo film ^__*

@gianamrio: ma infatti il primo ha un ottimo inizio. Poi si perde quando cerca di andare oltre le sue possibilità. Non manca tra l'altro qualche bel momento di tensione che si perde completamente nei film successivi. Il secondo mi è piaciuto perchè puntava molto sul gore e onestamente quei personaggi meritavano la fine che hanno fatto. Dubito che vedremo presto la fine di questa saga ^__*

@roberto: visto il ritmo che ha assunto la "serie", dovrai aspettare un altro paio d'anni per farti la super maratona Saw ^__*

nicolacassa said...

Questo m'interessa "assaje"!!

Weltall said...

@Nick: tosto lo devi vedere cugino!!!

t3nshi said...

L'unica cosa che apprezzo è l'assoluta coerenza tra i vari capitoli.
Però il IV l'ho trovato piuttosto noioso, eccessivamente complesso e complicato da seguire e con un semplice trucchetto finale che risolve tutti gli intrighi in attesa del quinto capitolo.
Un ottimo splatter, ma perchè deve essere solo sangue e violenza? Il primo capitolo era riuscito a mettermi addosso non poca tensione, ad esempio.

Ciao,
Lore

Weltall said...

@t3nshi: ma infatti penso che la serie abbia esaurito quanto di buono aveva da dare con il secondo film. Queto cambio di sceneggiatori per cercare di tenere in piedi la storia poi, è decisamente un brutto segno!!!

heraclitus said...

visto... e il 2 rimane il mio preferito...

Weltall said...

@heraclitus: mi trovi perfettamente d'accordo! Il 2 è il migliore!!!