Thursday, September 27, 2007

PROGETTI PER IL FUTURO:

"Ricordati di non sottovalutare le conseguenze dell'amore" scrive Titta di Girolamo su un piccolo notes, forse cosciente di ciò che potrebbe comportare spezzare una routine che va avanti da otto anni. Titta era un commercialista prima di perdere in borsa i soldi di Cosa Nostra. Avuta salva la vita, da allora vive in un albergo in Svizzera e consegna personalmente le valige con i soldi della mala in una banca locale. Separato dalla moglie, padre di tre figli che non ne vogliono sapere di lui, passa le sue giornate tra il bar dell' hotel e la sua stanza, apatico e cinico verso le persone che lo circondano. Insonne da diversi anni, si concede una volta alla settimana una dose di eroina e un lavaggio del sangue una volta al mese. La monotonia della sua esistenza viene bruscamente interrotta quando comincia ad avvicinarsi sentimentalmente a Sofia, la ragazza che lavora al bar dell' hotel e che lui osserva tutti i giorni con falso distacco. Le Conseguenze dell' Amore di Paolo Sorrentino è uscito nel 2004 e lo recupero con un ritardo mostruoso e ingiustificabile. Per tutto questo tempo mi sono privato di uno dei film più belli che il nostro Cinema ha sfornato negli ultimi anni, capace di rappacificare anche chi pensa che tutta la nostra produzione si riduca a "cinepanettoni" e storie di quarantenni in crisi. Sorrentino, autore anche della sceneggiatura, racconta la storia di un uomo e una storia di Mafia. Prigioniero di una vita monotona, di una routine che vediamo comporsi frammento per frammento, di segreti che pesano sulla coscienza, il protagonista mantiene tutto questo in un vacillante equilibrio. I sentimenti che sente nascere per Sofia sono "il peso" che incrina definitivamente quell' equilibrio e riaccende in lui il desiderio di riprendersi la vita che per troppi anni gli è stata rubata. Personaggio splendido secondo me, che nasconde nella sua impassibilità innumerevoli sfumature, interpretato da un Toni Servillo semplicemente magnifico e su cui non spendo altre parole perché sarebbero del tutto superflue. Da un punto di vista tecnico il film è sicuramente in grado di soddisfare anche i più esigenti e personalmente, posso dire che la ricercata geometria di certe inquadrature si sposa perfettamente con i miei gusti (ho guardato un paio di volte la lenta, quasi immobile, sequenza dei titoli di testa sulle note di Scary World Theory). E' vero che ormai si guarda al cinema italiano con molta diffidenza (anche a me succede, devo essere sincero) ma per un film come Le Conseguenze dell' Amore, il consiglio è di andare oltre ogni pregiudizio si possa avere.

12 comments:

heraclitus said...

ricordo l'uscita di questo film, ma non mi sembrava mi potesse interessare. ma tu lo hai visto, perciò ne prendo nota.

nicolacassa said...

Cinema Italiano...fanno ancora qualcosa di interessante?

Miky said...

Visto anche questo:
Ho apprezzato il tocco molto particolare della macchina da presa, rende perfettamente l'idea della vita metodica e monotona di Titta. Sorrentino lascia (credo volutamente) scivolare tutto in maniera solitaria,senza esplicitazioni dall'alto.Insomma tutto un pò troppo lungo sicuramente un film che va capito in fondo e non da tutti soprattutto, io forse sono tra questi. Sicuramente una grande prova di Servillo,questo senza dubbio ;)
ma devo provare a vedere qualcos'altro..cercherò di vedere l'amico di famiglia,me ne hanno parlato bene!

Killo said...

Mi manca

Killo said...

Beccati il post che ho messo...magari sai già, ma è tutto da ridere

andrea opletal said...

un film italiano ceh "si può vedere" ... uhm interessante!!!

Weltall said...

@heraclitus: il tempo passa così in fretta che anche io me l'ero lasciato molto indietro ^____^

@Nick: A quanto pare si. E questo è un bene ^___^

@Miky: si, credo non si potesse rendere in maniera migliore l'idea di una vita basata su una routine infinita. Anche io devo recuperare L'Amico di Famiglia!!!

@killo: Agiungilo alla lista dell' altro giorno allora ^____^

Ho visto il post! Grandioso!!!

@andrea: a mio parere questo si "deve vedere" ^____*

Neville said...

Le conseguenze dell'amore è un gran film. L'amico di famiglia non mi ha fatto lo stesso effetto, un po' mi ha deluso. L'uomo in più, il suo primo film, non è male.
Adesso Sorrentino sta girnado un Il divo sempre con Toni Servillo, una pellicola ispirata alla vita di Giulio Andreotti.

Un saluto

Neville

Edo said...

IO AMO QUESTO FILM.

Weltall said...

@neville: ti ringrazio per la visita e per le tue informazioni sul cinema di Sorrentino. Mi sembra di capire comunque che Le COnseguenze dell' amore sia il suo film migliore ^___^

@edo: chissà perchè l'avevo intuito ^___^

mimhe said...

molto molto carino e graan colonna sonora!

Weltall said...

@mimhe: d'accordo su entrambi ^___*