Thursday, November 20, 2008

Sparate a tutti...anche attori e regista se bastano i proiettili

Mr Smith se ne sta seduto ad una fermata dell' autobus in piena notte a sgranocchiare una carota (perché uno non lo faccia a casa sua comodamente in poltrona non ci è dato saperlo) quando vede una donna incinta fuggire da un uomo che cerca di ucciderla. L'interruttore de "l'istinto del buon samaritano" scatta su ON e Mr Smith si schiera a difesa della fanciulla e del nascituro. Per una serie di eventi (tutti piuttosto violenti e sanguinari) Mr. Smith si ritrova a fuggire con un neonato e una battona popputa, inseguito da killer spietati che sembra vogliano soltanto fare la pelle al bambino. Si troverà tra l'altro invischiato in un complotto che arriva a coinvolgere un' importante industria d'armi da fuoco e uno dei candidati alla Casa Bianca. Coaudivato dal sempre aggiornato imdb, scovo informazioni sul regista sceneggiatore, a me sconosciuto, Michael Davis, autore di questo giocattolone inutile dal titolo Shoot Em Up. Leggo che una serie di titoli a me quasi del tutto sconosciuti l'ultimo dei quali uscito nel 2003. Quindi se gli ci son voluti quattro anni per partorire questa boiata, non gli conveniva prolungare di qualche anno la vacanza? Shoot Em Up è la prova lampante di come possano esserci differenze abissali anche tra film di puro intrattenimento: mentre un film come Wanted, indifendibile sotto diversi aspetti, risulta comunque un film incredibilmente coinvolgente e divertente, merito anche di una regia che sa cogliere ogni possibile spunto action che una pellicola del genere propone, Shoot Em Up ci prova ma non ci riesce: trama inutile, personaggi inesistenti, ma fino a qui ci si può stare. Si inizia poi con una sparatoria che viene riciclata noiosamente per tutto il resto del film, condendo il tutto con un umorismo che andava bene per i film del buon Swarzy dei primi anni '90 (esempio: Mr. Smith conficca nella gola di un cattivone una delle sue amate carote e poi esclama "mangia le verdurine"). Non può essere considerato neanche un "videogiocone" perché da quel punto di vista Crank è ancora inarrivabile. Anche a livello di attori fa veramente cascare le braccia: Clive Owen, che a differenza di molti io non trovo poi così pessimo, qui è una maschera sempre uguale dal primo fino all' ultimo minuto. Paul Giamatti, ottimo caratterista, non si capisce come sia finito in un progetto simile anche se un bel po' di soldini sembra essere il motivo più valido. E poi c'è lei, la cosa più lontana dall' essere definita orgoglio nazionale, una di quelle attrici che il grandissimo René Ferretti definirebbe "cagna anche in foto": la bella (perché bella è bella, poco da dire) Monica Bellucci, che nei miei incubi peggiori me la immagino recitare infiniti monologhi con me legato ad una sedia costretto ad ascoltarla. Anche in questo film da il meglio di se recitando in lingua originale e doppiandosi per la versione italiana. Uno stupro per le nostre orecchie e per l'attività recitativa tutta. Perché guardarlo? No, non scherziamo. Non esiste a questo mondo un motivo sufficientemente valido.

9 comments:

Tob Waylan said...

Non l'ho visto ma chissàcomemai mi sento in completo accordo con te! XD

Inenarrabile said...

Se Clive Owen risulta inespressivo almeno un decimo di quanto lo è Nicholas Cage ne "Il prescelto" allora hai ragione tu, il film farà certamente ******.
(mi ha traumatizzata quel film, santa miseria!)

Ciau^^

Killo said...

Sai che non lo ho neanche mai sentito?

però da come scrivi sembra interessante!!!

Pupottina said...

se c'è Clive Owen con la mia sosia... corro a fare un salto....purché non sparino anche a me.... eheheheheh

Pupottina said...

se c'è Clive Owen con la mia sosia... corro a fare un salto....purché non sparino anche a me.... eheheheheh

Pupottina said...

cercherò di procurarmi il film di vampiri che mi hai consigliato...
grazie.......

buon weekend

^__________________^

Weltall said...

@tob: eh eh eh grazie della fiducia ^__^

@inenarrabile: forse potrebbe anche rivaleggiare con Cage ^___*

@killo: guardatelo proprio se non hai nulla d'importante da fare...tipo respirare, per esempio ^___*

@pupottina: non ti sparano...ma magari durante la visione potresti sentir crescere il desiderio che qualcuno lo faccia ^___^
Buon weekend anche a te ^__^

nicolacassa said...

Che storia!! :) Monica Bellucci dovrebbe essere bandita dal cinema se continua ad ostinarsi a doppiare i suoi personaggi: è meglio doppiata, ma possibile che nessuno se ne accorga??

Weltall said...

@Nick: secondo me è proprio una clausola che fa mettere lei nei contratti questa del doppiaggio...non si spiega altrimenti! E' inascoltabile...