Wednesday, January 23, 2008

"You got to admit that was pretty fucking cool"

Ok, fermi tutti. Credo di aver visto un film veramente cazzuto (mi si perdoni il francesismo). Uno di quelli che puoi guardare con il cervello scollegato, uno di quelli che ti risollevano dopo una giornataccia, uno di quelli che ti fanno passare un'oretta senza che te ne accorgi, uno di quelli che ti divertono specie se guardati in compagnia. Crank, dell'accoppiata Neveldine / Taylor (registi e sceneggiatori) è uno di quelli. La storia è semplice quanto superflua: Chev Chelios è un assassino professionista e il suo ultimo lavoro, l'assassinio di un boss delle Triadi cinesi, gli costerà caro. Le Triadi sono in fermento e il boss di Chev, Carlito, pensa che sia il caso di liberarsi del suo miglior assassino per far calmare le acque. Succede così che una mattina Chev si alza e si sente strano, non riesce quasi a camminare e a respirare. Davanti al televisore trova un video, lo inserisce nel lettore e scopre cosa sta succedendo. Un suo rivale, tale Verona, gli ha iniettato mentre dormiva una droga cinese sintetica che lo ucciderà in poche ore. Come presto scoprirà, più mantiene alti i numeri di battiti cardiaci e l'adrenalina, più gli effetti del veleno vengono rallentai. Questo non gli salverà la vita ma gli darà modo di mettere in atto la sua vendetta. Non serve aggiungere altro, Crank è tutto qui. Azione pura, senza compromessi, dal primo minuto fino alla fine e considerata l'inconsistenza della trama (cosa della quale poco ci importa) non poteva essere diversamente: un calo di ritmo comporterebbe la morte del film come un riposo ucciderebbe il nostro eroe Chev. E così un'ora e mezzo di visione scivola via come niente tra inseguimenti, omicidi, sparatorie, amplessi in mezzo alla strada, abuso di spray per naso, folli corse in auto, acrobazie in moto. Tutto pur di tenere sempre alto il livello d'adrenalina e l'attenzione dello spettatore. Ad interpretare il nostro amato killer c'è Jason Statham che sta diventando una vera icona dell' action smargiasso. Apprezzatissimo nei due Transporter, qui supera se stesso. Se non fosse che Bruce Willis ha dimostrato di saperci ancora fare, sarebbe Statham il suo degno erede. Sarà per i disastri e la scia di morti che il buon Chev si lascia alle spalle, sarà per l'ambientazione "los angelina", ma mi è venuto da pensare che, se mai dovessero fare un film su Grand Theft Auto, dovrebbe essere così. Da quel che ho letto in giro non sono l'unico con questa idea.

8 comments:

Deneil said...

aaaa l'ho recuperato 2giorni fa e non vedo l'ora di gustarmelo!il tuo entusiasmo poi non fa che alzare sempre più le mie aspettative!voglio un filmaccio action!e lo voglio subito!mi sa che domani me lo vedo!grande statham!

nicolacassa said...

Questo era veramente cazzuto...grazie cugino!!

Torakiki said...

Sì sì! Ho riso molto con questo film.
Dura pure poco...

^^

Killo said...

Non lo ho ancora visto...

Weltall said...

@deneil: allora appena lo vedi VOGLIO sapere subito che ne pensi ^___^!!!
Se vuoi un filmaccio action, credo che qui troverai pane per i tuoi denti!!!
Grandissimo Statham ^__*

@Nick: eh eh eh e di che ^__*

@Torakiki: in effetti la durata non eccessiva è un punto a suo favore ^___^

@killo: RECUPERALO che ridi ^___^

alicesu said...

ah ah ! Dopo una recensione così, anche se non è il mio genere, lo guaderò!
Ah, ti ho linkato anche io con vero piacere.

Gianmario said...

Gia' vero' troppo carino :) E poco impegnativo.

Weltall said...

@alicesu: eh eh eh mè divertente ma non aspettarti nulla di più ^__^
Anche tu sei linkata, grazie ^__*

@gianmario: assolutamente poco impegnativo...cosa molto importante ^___^