Wednesday, May 30, 2007

Non chiedetemi cos'è la "palla di neve"

Staccato tardi da lavoro, dormito praticamente niente e il telefono che squilla di mattina presto. Dante risponde a fatica, dall' altra parte il suo capo lo avverte che il collega di turno per aprire l'emporio non potrà essere a lavoro e toccherà a lui sostituirlo. Inutile lamentarsi visto che non si presentano alternative. Dante lavora come commesso al Quik Mart, un emporio dove è possibile trovare quasi ogni genere di consumo, dagli alimentari alle sigarette, dalle riviste al lucido da scarpe. Come se non bastasse essere alle sei del mattino a lavoro nel proprio giorno di riposo, qualche teppistello ha pensato bene di "sabotare" i lucchetti delle vetrine e i tutti i clienti di Randal inferociti si sfogano sul povero Dante. "Chi è Randal" dite? Randal è amico di Dante fin dai tempi del liceo. Ora lavora al video noleggio di fianco al Quick Mart ma passa più tempo con Dante che non a curare gli interessi del negozio. Dante è fidanzato con Veronica (ragazza che per lui farebbe di tutto) ma i suoi pensieri sono rivolti a Caitlin, la sua vecchia fiamma ai tempi della scuola, fiamma che a quanto pare non si è ancora spenta. Ad una giornata cominciata male aggiungete una serie infinita di clienti uno più svitato dell'altro, due strambi spacciatori sempre fuori dalla porta, un funerale, una partita di hokey...capite anche voi come sia difficile arrivare sani e salvi a fine giornata per due poveri commessi. Questo è Clerks, ma è anche molto altro. Non credo di essere la persona più adatta a parlarne perché difficilmente potrei essere obiettivo considerato quanto sono legato all' opera prima scritta e diretta da Kevin Smith. Visto la prima volta tanti anni fa, in un periodo in cui il cinema per me era solo intrattenimento da blockbuster, rimasi letteralmente catturato da questo film classificabile come commedia, ma così diverso da qualsiasi cosa avessi visto fino ad allora: fotografato interamente in bianco e nero, ambientato quasi esclusivamente all' interno di un negozio nell'arco di una giornata, situazioni comiche (alcune al limite del grottesco) improntate su dialoghi che spaziano liberamente dal sesso al cinema (a proposito: voi preferite L'impero colpisce ancora o Il ritorno dello Jedi?) e su un linguaggio che definire colorito è un eufemismo. E poi ci sono Jay e Silent Bob (interpretato dallo stesso Smith) naturalmente: i due spacciatori, che svolgono i loro loschi affari fuori dal Quick Mart, diventeranno personaggi fissi nei successivi film del regista americano. Girato con un budget ridotto ai minimi termini, con attori non professionisti ma soprattutto agli orari di chiusura del negozio, Clerks trova in questi elementi (e in quei dialoghi di cui parlavo poco sopra), una "semplicità" vincente che lo avvicina al pubblico e lo immerge in uno spaccato di vita un po' sopra le righe (quasi il ritratto di una generazione) ma assolutamente reale. Sarà per questo che quando ho visto il seguito uscito lo scorso anno, è stato come ritrovare vecchi amici che non vedevo da tempo?

8 comments:

heraclitus said...

anch'io quando lo vidi anni fa lo trovai molto divertente.
il seguito, da poco uscito, non l'ho visto.

Miky said...

mi hai convinto..lo scarico subito *_*

p.s. i racconti di terramare nel complesso mi è piaciuto molto,qualcosa che non andava ci stava ma nel complesso un film che consiglio sicuramente :)

Gianmario said...

E' splendido, in un azzecatissimo bianco e nero. Anche il secondo non e' male, ovviamente non paragonabile a Clerks.

nicolacassa said...

una visione veramente gradevole e un film fighissimo! Grazie cugino!

davide said...

Scusa... cos'è la palla di neve...? :D

andrea said...

come promesso letto tutto ...

dreca said...

la palla di neve cosa c'entra? cmq non ho visto nel il primo nè il seguito, però per una volta non sento che il seguito fa schifo, i sembra un ottimo risultato

Weltall said...

@heraclitus: merita di essere recuperato secondo me ^___*

@Miky: sono stato così convincente ^____*?

Speriamo che qualcuno si decida a pubblicare i film rimanenti di Miyazaki!!!

@gianmario: efettivamente il secondo gli è inferiore

@Nick: di niente cugino. Ora ti aspetta il seguito ^___*

@Deiv: sei il peggiore ^_______^

@andrea: visto? niente spoiler ^_____^

@dreca: avevo pensato di parlarne nel post, ma poi ho optato per lasciarlo solo nel titolo per aumentare la curiosità. E' qualcosa che ha direttamente a che fare con il film ma non ne posso parlare o verrei bandito a vita dalla Rete ^_____^
Questo è uno di quei rari casi dove il seguito non è una schifezza...meno male!