Thursday, October 23, 2008

Mai...mai...scorderai...l' attimo...la terra che tremò...

Spero nessuno caschi dalle nuvole se adesso parlo di Kenshiro, protagonista assoluto del manga Hokuto no Ken (in Italia conosciuto come Ken Il Guerriero) e dell' omonimo anime. Perché, se nella vostra vita non l'avete mai sentito nominare allora, o siete troppo giovani (il che mi farebbe sentire dannatamente vecchio) o siete morti alla fine degli anni '80 (e non ve ne siete accorti). Per venire incontro a voi poveri sventurati, farò un breve riassunto: Kenshiro è l' ultimo successore della divina scuola di Hokuto dove, da circa 1800 anni, si insegna un' arte marziale dalla potenza devastante. I colpi di questa divina arte infatti, mirano a raggiungere alcuni punti di pressione specifici presenti nel corpo umano che portano inevitabilmente alla sua distruzione. In un mondo devastato dalla terza guerra mondiale, Kenshiro ha anche il compito di riportare l'ordine dove ormai il caos regna sovrano, dove tutti cercano di ottenere il potere schiacciando i più deboli. Tra questi, il fratello maggiore di Ken, Raul. Questa è a grandi linee la storia che sta alla base del manga. Ora, in occasione del ventesimo anniversario, sono stati prodotti quattro film animati che riprendono alcuni degli episodi chiave della lunga saga di Ken, il primo dei quali è arrivato nelle sale italiane lo scorso luglio. La Leggenda di Hokuto, questo il titolo, si concentra sugli avvenimenti che portano il nostro benamato Kenshiro a venire alle mani con il più forte guerriero di Nanto (scuola rivale di Hokuto), Sauzer, autoproclamatosi Imperatore e impegnato a costruire un imponente mausoleo sfruttando il lavoro di bambini strappati alle loro famiglie. Aiutato dai ribelli anti imperiali guidati da Shu, guerriero cieco della scuola di Nanto, Ken combatterà nel tentativo di far crollare le ambizioni del novello imperatore, ma si troverà contro un avversario che sembra immune alle tecniche di Hokuto. Ora, qual'è la più grande problematica di un film così? Sicuramente, se appartenete a quel gruppo al quale facevo riferimento in apertura, questo film potrà risultare parecchio ostico da seguire. La storia fa dei riassunti di massima ma sono talmente tanti i personaggi introdotti, con il loro background e le relazioni che li legano, e gli avvenimenti ai quali si fa riferimento che molte cose rimarranno completamente oscure. La Leggenda di Hokuto appare quindi a tutti gli effetti un film fatto per i fan e scommetto che chiunque abbia memoria della storia originale non faticherà ad anticipare il susseguirsi degli eventi e anche qualche dialogo. Io ho sempre amato Ken, la sua storie e i tanti personaggi creati da Buronson e Hara. In qualche modo ha fatto parte della mia tarda infanzia/prima adolescenza e ricordo ancora quando alle medie si giocava a premere i punti di pressione degli sventurati compagni di classe e regolarmente ci si rovinava maledettamente. Eppure questo film non mi ha coinvolto come avrei voluto e sperato. Probabilmente gran parte della colpa ricade su di una realizzazione tecnica per nulla brillante, ma mi si insinua nella mente il dubbio che il mito di Ken sia, forse non tramontato, ma decisamente appannato. Sara colpa dell' età (non la mia, ma la sua).

14 comments:

Deneil said...

l'ho visto al cinema...in una delle probabilmente tre sale dove l'han proiettato...allora...da dove iniziare?
dunque...non è brutto.
Io come te adoravo ken shiro, con mio fratello giocavo a schiacciar punti di pressione e dare i mille pugni, i mille calci e blabla..ken shiro insomma era anche il mio mito.
Il problema di questo film secondo me sta solo in quell'eccessiva riassuntivizazione che anche tu citi...ti ricordi com'era drammatica la SPOILEEEEEEER morte di shu nella serie animata?io ricordo che era una cosa da spezzare il fiato...e poi tutta la storia di hokuto che qui viene anche un po' presa e rimescolata (sauzer on era così importante nella scelta del successore nella serie animata).
Secondo me il film non è male, anche la grafica (seppur freddina ma non ai livelli della trilogia di poco tempo fa che era ancor più fredda) non è malvagia e sicuramente la storia è meglio dell'ultima trilogia...non so se sei a conoscenza dell'uscita in edicola di una serie che riguarda lo zio se non sbaglio di ken shiro ambientata ai giorni nostri?mio fratello ovviamente se la sta comprando tutta e in giappone sta uscendo la serie animata di questa cosa..ne ho vista una puntata...non male...magari tr una decina d'anni arriverà anche qui in italia, anche se la buona vecchia serie rimarrà sempre ineguagliabile!

Deneil said...

cristo quanto ho scritto....

Pupottina said...

ken il guerriero! faceva impazzire uno dei miei ex.... ricordo tutte le puntate... ero quasi invidiosa di come lui catalizzasse la sua attenzione....
ricordi...
per fortuna!
comunque il cartone animato era avvincente... il film però non l'ho mai visto... per adesso... poi chissà...

buona serata

bandeàpart said...

il film non è poi così male...la serie rimane comunque insuperata...

ciao,
bandeàpart

bandeàpart said...

il film non è poi così male...la serie rimane comunque insuperata...

ciao,
bandeàpart

nicolacassa said...

Io di Ken ricordo solo Ken, e nient'altro! Pensi che questo film possa aiutare a recuperare un pò di memoria?

LEO said...

> "il mito di Ken sia, forse non tramontato, ma decisamente appannato."

- Purtroppo non ho visto il film e rimando al commento di Deneil. Le immagini che ho visto non brillavano per realizzazione tecnica, ma non posso aggiungere nient'altro.

P.S. Ho scritto un commento anche su "Wall-e", più giù.

Leo

Spino said...

Waaaaaaaaa ta ta ta ta ta ta ta ta ta ta ta

Waaaataaaaaa


ta ta















ta

Weltall said...

@deneil: ti ringrazio per questo lungo commento anche perchè mi rendo conto che l'amore per Kenshiro (nonchè le lotte con amici e parenti usando le tecniche di Hokuto) è parecchio diffuso ^__^
Sono d'accordo, il film non è brutto (anche se graficamente e a livello di animazioni è molto indietro rispetto alle produzioni giapponesi recenti) ma non mi ha coinvolto come mi coinvolgeva la serie animata o sfogliare lwe pagine del manga...forse proprio perchè, nel comprimere la storia, si è sacrificato molto del pathos dell' opera originale.
La nuova serie (Le Origini del Mito) la sto comprando anch'io: è qualcosa di molto diverso e questo può essere un pregio come un difetto. Sarebbe meglio se ci fossero più collegamenti con la serie storica. Dell' anime non ne sapevo niente...proverò a recuperare ^___*

@pupottina: eh si! Ken faceva impazzire soprattutto noi maschietti ^__^
Ciao e buona giornata ^__*

@bandéapart: il problema non è tanto il film quanto i sentimenti che mi legano al personaggio che in questo caso non si sono risvegliati ^__^
La serie animata rimane il top, sono d'accordissimo ^__^

@Nick: mmmmmh, non credo. Qui si narra un episodio specifico. Ti rimarrebbero oscuri molti passaggi!

@Leo: si infatti, la realizzazione tecnica lascia un po' a desiderare. Per un personaggio così importante si sarebbe potuto fare qualcosa in più!

@spino: ah ah ah gande ^___^ Ho riso per un quarto d'ora ^___*

dreca said...

non ho ancora visto il film...temo troppo che possa deludermi...per il resto Ken è stato uno dei miei amori ;-)

Cineserialteam said...

La serie di Ken il Guerriero non mi ha mai appassionato. In quel periodo della mia vita gli ho sempre preferito I cavalieri dello zodiaco.

Weltall said...

@dreca: guarda, magari non ti deluderebbe però potrebbe lasciarti un po' freddina!

@cineserialteam: oh oh oh io li adoravo entrambi ^___^

panapp said...

Uhm, io sono dell'83 e quindi avrei dovuti vivere il mito di Ken al 100% (come infatti è accaduto ai miei coetanei), ma da piccolo in realtà ho vissuto molto poco i cartoni animati, a cui (paradossalmente) mi sono avvicinato da grande con approccio artistico-tecnico; da piccino seguivo con passione pochissime serie, come La stella della Senna od il mitologico Tutti in campo con Lotti e poche altre, e fra queste no c'è Ken il guerriero né molte altre serie mitiche amate da tutti (come I cvalieri dello zodiaco, per esempio). Il film non l'ho visto perché sapevo che non l'avrei apprezzato del tutto; se avrò la possibilità di farmi una scorpacciata di Ken, allora lo vedrò, sennò mi sembra poco utile.

Weltall said...

@panapp: se puoi recuperati il manga, poi magari puoi pensare di recuperare il film. Altrimenti, proprio come hai detto tu, la cosa non avrebbe nessuna utilità...e sono sicuro che il film non ti coinvolgerebbe per niente ^___^