Tuesday, September 15, 2009

G.I. JOE : dalle action figures al cinema il passaggio è traumatico

Periodo d'oro per la Hasbro questo, considerato che negli ultimi due anni alcune delle loro più famose creazioni hanno trovato trasposizione cinematografica. E' inutile nascondere che, dai pupazzetti, passando per i cartoni animati tanto famosi negli anni '80 fino a questi film, qualcosa è andato perduto, quella magia che ha lasciato ricordi indelebili in tanti bambini e che è stata fagocitata dalle produzioni dei grandi numeri, dove i budget milionari vanno in favore della mera apparenza di effetti speciali sempre più ricercati, e gli incassi facili vanno a discapito di un cinema action sempre più arido che ha inevitabilmente inaridito il pubblico di massa, disposto a ricevere sempre di meno e ad accontentarsi sempre di più. Il primo Transformers mostrava i sintomi di questo male ma risultava comunque nel complesso riuscito. Cosa che non si è replicata con Transformers - La Vendetta del Caduto e, ahimè, neanche con il più recente giocattolone hollywoodiano G.I. Joe - La Nascita del Cobra. Ma dove il film di Bay riesce a dare allo spettatore, più o meno esigente, quel minimo di puro e disimpegnato intrattenimento tamarro, la pellicola di Stephen Somers delude anche su questo aspetto dove in tanti avevano riversato le già limitatissime aspettative. Il problema è che Sommers mantiene inalterata la fama di registucolo di filmetti come La Mummia (indubbiamente più riuscito di questo) e spreca una buona occasione al primo colpo, cosa che neanche Bay (noto zozzone) è stato in grado di fare. L' impressione che si ha terminata la visione (che per fortuna non è tanto lunga) è che il regista americano, partendo da una sceneggiatura imbarazzante costruita ad arte per mettere la basi sull' inevitabile seguito, abbia giocato tutte le sue carte in un unica sequenza, quella stessa sequenza con la quale si è fatta promozione al film attraverso i trailer, ambientata per le strade di Parigi. Un lungo inseguimento fatto di esplosioni, macchine che saltano per aria e soldati con tute che permettono di sfidare qualsiasi legge della fisica, che lascia veramente soddisfatti sia per regia che per l'uso degli effetti speciali. Peccato che al di la di questo frangente parigino ci sia veramente poco o nulla da salvare, dai personaggi piatti (il bello dei giocattoli e del cartone animato era che ogni character aveva le sue particolari caratteristiche in abilità o armi) ad una realizzazione tecnica ben lontana dai blockbuster più moderni (era da tempo che non vedevo un integrazione così mal riuscita fra elementi reali e digitali). A quel punto a poco serve la presenza di Sienna Miller (che fa la sua fottutissima e porca figura nei panni attillatissimi della Baronessa) e di Byung-hun Lee (un coreano che interpreta il ruolo di un ninja giapponese?!?) che migra dalle mega-produzioni coreane (The Good The Bad The Weird) a quelle americane. Meglio dimenticare questo film e tornare con la mente a quando le creavamo noi, giocattoli alla mano, le avventure dei G.I. Joe. Quelle si che rendevano giustizia ai personaggi.

6 comments:

Gianmario said...

Ma questo proprio non vado a vederlo, ok i robottoni di Transformers, ma questo mi sembra troppo scemo. Se poi il regista è quello della Mummia allora ho un motivo di più per lasciar perdere. La cosa triste è che gli danno pure un sacco di fondi per girare queste cose.

sommobuta said...

Beh, lo pirateremo quando uscirà una versione decente...

In attesa di Totoro, quello sì da vedere al cinema assolutamente!! ;)

Dirk Diggler said...

RIAvvisovvo: Il cinequiz è finalemente ritornato!!!
Accorrete numerosi!!!

Vagabond said...

A parte tutti i difetti che hai trovato e che condivido... devo dire di essermi moderatamente divertito... caciarone e dalla trama (trama? mha!) inconsistente, ma i personaggi sono troppo cool, le ragazze sono troppo fighe, le tute le voglio anche io e poi ci sono i ninja!! (il che basta a riportarmi indietro nel tempo e ad adorare qualsiasi film con i ninja dentro) :)

Killo said...

Ti giuro che quando ho visto il trailer in tv ho detto: "non sanno più cosa fare, non hanno più idee"....

Weltall said...

@Gianmario: guarda, non è che mi aspettassi molto ma qui c'è quasi il nulla assoluto...che delusione...

@Sommobuta: dopo 21 anni andremo a vedere Totoro al cinema anche strisciando ^__*

@Dirk: cazzo, sono arrivato troppo tardi...!!!

@Vagabond: uffiiiii!!! E' quello che sperava anch'io, di potermi divertire senza tanti pensieri e invece tra me e questo film proprio non c'era feeling ^__*
Comunque i ninja, devo ammetterlo, erano una figata ^__*

@Killo: eh bé, ormai si cercano idee "nuove" un po' in ogni direzione ^__*