Sunday, November 04, 2007

Lyric of the Week + Video / SOUNDGARDEN - BLACK HOLE SUN


In my eyes
Indisposed
In disguise
As no one knows
Hides the face
Lies the snake
The sun
In my disgrace

Boiling heat
Summer stench
'Neath the black
The sky looks dead
Call my name
Through the cream
And I'll hear you
Scream again

Black hole sun
Won't you come
And wash away the rain
Black hole sun
Won't you come
Won't you come
Won't you come

Stuttering
Cold and damp
Steal the warm wind
Tired friend
Times are gone
For honest men
And sometimes
Far too long
For snakes

In my shoes
A walking sleep
And my youth
I pray to keep
Heaven send
Hell away
No one sings
Like you
Anymore

Black hole sun
Won't you come
And wash away the rain
Black hole sun
Won't you come
Won't you come
Black hole sun
Won't you come
And wash away the rain
Black hole sun
Won't you come
Won't you come

Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun

Hang my head
Drown my fear
Till you all just
Disappear

Black hole sun
Won't you come
And wash away the rain
Black hole sun
Won't you come
Won't you come
Black hole sun
Won't you come
And wash away the rain
Black hole sun
Won't you come
Won't you come

Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Black hole sun
Black hole sun
Won't you come
Won't you come

5 comments:

Inenarrabile said...

L' inizio del video mi ha ricordato l' inizio di Blue Velvet di David Linch. Ancora ricordo le parole del prof. di storia del cinema:
"La staccionata è bianca, fin troppo bianca. E i fiori rossi fin troppo rossi, sembra tutto esageratamente perfetto, come se qualcosa debba accadere da un momento all' altro..."

Scusami, mi sono lasciata trasportare dai ricordi :)

Weltall said...

@inenarrabile: proprio quando pensavo che a nessuno interessasse questa canzone e relativo video, ecco che arriva un commento, anzi, un SIGNOR commento.
Conosco questo video da anni e non mi era mai balenato per la testa un parallelo con il film di Lynch, parallelo che a tutti gli effetti esiste: nella clip dei Soundgarden c'è uno spaccato di un piccolo quartiere residenziale americano con una maschera di ordinarietà che nasconde il marcio che c'è dietro.
Così il film di Lynch: staccionate, fiori, i pompieri che salutano sorridendo guardando verso la camera, belle casette e prati verdi...proprio sotto di questi un brulicare inquietante di insetti...CAPOLAVORO!!!
Dovrò parlare di questo film prima o poi ^___^
Grazie per i tuoi ricordi e per il commento ^____*

Inenarrabile said...

E figurati, è sempre un piacere :-D

nicolacassa said...

Una canzone fighissima!

Weltall said...

@inenarrabile: piacere mio ^___^

@Nick: si si! Anche il video mi piace molto!!!