Thursday, November 22, 2007

"I... I like good food, ok? And... good food is... hard for a rat to find!"

Sempre pronto a fare un passo indietro, quando è giusto e corretto farlo. Neanche tanto tempo fa parlavo di quanto le produzioni cinematografiche animate americane si perdessero dietro un buonismo retorico e in morali spicciole, usando l'altissima qualità tecnica a coprire le lacune di fondo. Il mio era un attacco un po' acido, dettato dalla frustrazione di vedere un' animazione più adulta (quella giapponese nel caso specifico) bistrattata in fase distributiva. Ma eccomi qui adesso, a parlare di quello che probabilmente è (e sarà) il migliore film d'animazione della stagione, nonché il miglior prodotto americano del genere (sia Pixar che Dreamworks) che vedo da diversi anni a questa parte: Ratatouille. Il curioso nome di questo film viene da un piatto tipico della tradizione culinaria francese, composto da sole verdure. Il perché si sia scelto il nome di una ricetta per dare il titolo al film (a parte la particolare assonanza con il termina "rat" inglese) dipende dal tema portante della pellicola e dalla particolare abilità del suo piccolo protagonista. Remy è un topo. Non uno di quelli piccoli di campagna, tanto carucci, ma una di quelle pantegane che non ti augureresti mai di trovarti in casa. Remy vive in campagna è riveste un ruolo molto importante all'interno della sua colonia: considerato il suo straordinario olfatto e un senso del gusto sviluppatissimo, Remy si occupa di riconoscere i cibi avvelenati da quelli commestibili. Ma la sua passione nel cercare nuovi sapori e nuove combinazioni di gusti possibili e l'aver trovato come guida spirituale il cuoco francese Gusteau secondo il quale "chiunque può cucinare", gli fa realizzare quanto limitata sia la sua vita nella colonia. Un evento improvviso lo costringe alla fuga e separatosi dalla famiglia finisce nelle fogne di Parigi. Vista la possibilità concessagli dal destino, Remy si reca al ristorante di Gusteau e li fa la conoscenza di un giovane e simpatico sguattero con il quale metterà su una "società" molto particolare. Apparirà scontato dire quanto il film di Brad Bird sia eccellente dal punto di vista tecnico, ma è meglio sottolineare il fatto che ci troviamo di fronte ad un capolavoro d'animazione. Visti i precedenti non ci si aspettava certo niente di meno, ma quello che mi ha maggiormente colpito è la presenza di qualcosa che nessuno "orco verde" può darvi, ne "macchine da corsa parlanti", ne "animali in fuga dallo zoo": un' anima e un cuore che altre pellicole di genere sembravano aver perso. Ratatouille è un film sorprendente per la semplicità e la profondità al tempo stesso, con la quale riesce a trattare argomenti spinosi e attuali come l'integrazione tra diverse comunità. Il linguaggio universale e magico dei cartoni animati riesce sia a raggiungere i più piccoli con una comicità semplice e genuina, che a prendere "per la gola" i più grandi vista la cura e il dettaglio con la quale si è curato il lato "culinario". Speriamo solo non si tratti di un caso isolato ma che si sia finalmente ritrovata la giusta strada.

14 comments:

Michela said...

vediamo di vederlo in settimana... :)

abel said...

te lo dicevo che meritava..

nicolacassa said...

Voglio vederlo!

dreca said...

ormai troppi pareri positivi..dovrò vederlo...
qui: http://rimediando.splinder.com/post/14720964
trovi un unteressante articolo

Edo said...

è vero,è molto bello! Riprende i temi dei classici Disney, come dici ha un cuore,un'anima che parevano offuscati e annebbiati negli ultimi film del genere, attualizzandoli con una tecnica perfetta.

andrea opletal said...

lo hanno visto moglie e figlia e la piccola ne è rimasta entusiasta!

Cineserialteam said...

Grazie per la visita e per i complimenti, trovo anche il tuo blog davvero ben fatto.


Purtroppo non riesco a stare dietro a tutti i film in uscita. Ratatouille credo che lo perderò.

Riguardo il link, provvedo subito ad aggiungerti. Puoi fare lo stesso. ;-)

A presto!

Inenarrabile said...

Sto impazzendo per vederlo: ne parlate tutti benissimo, non vedo l' ora... :)

Weltall said...

@Miky: fammi sapere ^__^

@abel: e infatti il tuo è uno dei tanti giudizi positivi che mi hanno convinto a vederlo ^___*

@Nick: DEVI vederlo ^___^

@dreca: grazie per il link!!! L'articolo è veramente interessante ^____^

@edo: mi fa piacere che ci troviam o d'accordo ^___^. Speriamo che anche iprossimi film d'animazione siano di questo livello!

@andrea: non è difficile crederlo ^___*

@cineserialteam: visita assolutamente dovuta ^___^
Anche io purtroppo non riesco a stare dietro a tutto. Siccome era da un po' che non vedevo un bel film d'animazione, gli ho dato la priorità ^___^
Link già aggiunto ^___^

@inenarrabile: devi vederlo assolutamente!!! Difficilmente ne rimarrai delusa ^___*

Deneil said...

mi inchino a cotanta somiglianza di idee..tutti i miei complimenti!davvero.sincerissimi complimentoni!ah dimenticavo..caolavoro!

Weltall said...

@deneil: ah..l'avevo dimenticato pure io: capolavoro!!!
E che mi dici del corto all'inizio della proiezione...fantastico ^__^

heraclitus said...

dovrei proprio andarlo a vedere...

Deneil said...

ahah quello sull' esserino alieno!!bellissimo!i corti pixar son sempre una sicurezza questo è sicuro..giocone di parole...

Weltall said...

@heraclitus: assolutamente si ^___^

@deneil: sono veramente belli! Tra l'altro è da poco uscito un dvd che li raccoglie ^__^