Tuesday, October 16, 2007

GRINDHOUSE - A prova di Quentin

Quentin Tarantino. Il solo leggere questo nome vi esalta? Oppure gli angoli della vostra bocca precipitano irrimediabilmente verso il basso? Lo chiedo perché credo che il suo ultimo film, Death Proof ("A prova di morte" in Italia), renda incolmabile il gap tra estimatori e detrattori già irrimediabilmente compromesso dalle ultime dichiarazioni del regista sul cinema italiano (in parte pienamente condivisibili). Inutile dire che io mi schiero tra quelli della prima categoria, perché nella seconda vedono il buon Quentin già morto e sepolto dai tempi di Jackie Brown. Io che invece adoro per motivi diversi ogni suo film, mi sono esaltato non poco alla visione di questa sua ultima fatica. Originariamente Grindhouse doveva essere un film composto da due episodi separati, uno diretto da Tarantino (Death Proof) e l'altro dall'amico di sempre Robert Rodriguez (Planet Terror). Scopo di questa operazione era un omaggio alle grindhouse (fenomeno nato alla fine degli anni '60 e primi anni '70), sale nelle quali venivano proiettati in spettacoli doppi , film horror/splatter assolutamente di serie B (per non dire di serie Z) . Arrivando direttamente da due registi/cinefili per eccellenza, l'operazione era, almeno sulla carta, molto interessante ma il pubblico americano non ha gradito. Il mezzo flop al cinema ha portato la produzione a rivedere il progetto per la sua diffusione oltreoceano. Ed ecco arrivare anche da noi europei, i due episodi Grindhouse separati e rimontati: in pratica due film distinti. Death Proof racconta la storia di Stuntman Mike (interpretato da uno sfregiatissimo Kurt Russel unico interprete maschile insieme a Tarantino che si ritaglia un piccolo cameo) che con la sua macchina (la Death Proof appunto) si diverte a uccidere ignare e indifese fanciulle...almeno finchè non incontra chi può tenergli testa. Trama semplice e lineare, musiche bellissime ed accuratamente selezionate, finti graffi, spuntinature, colori slavati da "pellicola rovinata"(almeno nella prima metà del film), sono le caratteristiche che colpiscono subito lo spettatore. Probabilmente nella sua versione corta (sto facendo una supposizione perché non l'ho vista) il film si basava unicamente sulle due principali scene di inseguimento e sugli spettacolari incidenti. Nella sua versione allungata invece, il film diventa un prodotto "tarantiniano" al 100% con l'inserimento di lunghe (molti le hanno definite interminabili e inutili) scene di dialogo che mettono in risalto le vere protagoniste: le donne. Tarantino dedica a loro la sua massima attenzione (gambe e piedi inquadrate in maniera quasi feticistica) e anche grazie alla bravura delle attrici, vengono fuori degli ottimi personaggi. Dolci, risolute, vittime, carnefici e deliziosamente sboccacciate come le migliori figure femminili del regista americano. Se questo non dovesse bastare aggiungeteci alcune sequenze in macchina tra le più adrenaliche degli ultimi anni e avrete tutti gli ingredienti di un mix (quasi) perfetto. Mi rimane solo un po' l'amaro in bocca per non averlo visto al cinema ma ne sono rimasto totalmente rapito e me lo riguarderei anche subito.

20 comments:

DR.HOUSE said...

bel blog...:)
aggiunto ai segnalibri!
http://drhouse92.blogspot.com/

Miky said...

assolutamente entusiasta di questa pellicola. E' assolutamente perfetto nelle sue imperfezioni omaggio ai b-movie.

Grandissimo Kurt Russel e grandissime le scene finali, da adrenalina pura

mimhe said...

si gran bella pellicola... secondo me, per il mercato a cui si propone, non di facile lettura nè profondamente capita... contiene delle vere chicche al suo interno... come al solito bella recenssione...

dreca said...

con una recensione così difficilmente non viene voglia di vederlo...
vedrò cosa rieso a fare

abel said...

io ho avuto la fortuna di averlo visto al cinema.anche se determinate sue affermazioni sul cinema italiano son da psicopatico,il film mi è piaciuto molto.io adoro i dialoghi che crea.Altra cosa che mi è piaciuta un sacco è il contrapasso anni 70 oggi,con locali col juxe boxe e poi la tipa in macchina vecchio stile con l'ipod (solo un esempio tra i tanti)

nicolacassa said...

Allora sono in prima fila per una seconda visione!

Arte said...

bel film, ma ho preferito quello di rodriguez :)

mikyalpha said...

....come sempre.......... GRANDE CUGINO ^____^
...avevo l'intenzione di andare con la mia macchina dal concessionario per un preventivo per farla diventare a prova di morte ma poi ho pensato che non avrebbe capito e allora ho desistito....... X____ò
......a parte le fesserie:
bellissimo film,super regista con super cameo che a me piace tanto e fantastico Kurt Russel ma......vederlo invecchiato rispetto a come lo ricordavo in "1997 Fuga da New York" mi ha fatto pensare che gli anni passano e ora sono triste ç____ç (scherzo).
ATTENZIONE QUESTO MESSAGGIO CONTIENE ANTICIPAZIONE:
cugino aspetto l'inserimento della recensione di Planet Terror nel tuo blog per il mio prossimo commento.
ciao
@ cugino nicolacassa: mi sa che dovrai essere in prima fila per fare due seconde visioni!!! ^___^
ciaaaaaaaaaooooooo!!!!

Killo said...

Hei...le scarpe oggi se riesco provo anche ad ordinarle...

Cmq...iscriviti a Blogitalia, la classifica dei blog...

Killo said...

Hei...le scarpe oggi se riesco provo anche ad ordinarle...

Cmq...iscriviti a Blogitalia, la classifica dei blog...

Weltall said...

@Dr house: grazie ^___^. Passo anch'io a trovarti ^__^

@Miky: perfettamente d'accordo! Poi Kurt Russel è sempre un grande anche se sta invecchando ^__^

@mimhe: ti ringrazio per i complimenti ^___^
Il film è da vedere, non più nell'ottica del "grindhouse", ma come vera e propria espressione del cinema di Tarantino. E' visto che in tanti lo considerano sopravvalutato, non so con quanta obiettività hanno cercato di guardare al suo interno.

@dreca: ma nooo! Con tutti questi complimenti mi fate arrossire ^___*

@abel: effettivamente ha cercato un look assolutamente anni '70 ambientando comunque il film nei giorni nostri...cosa che ho molto apprezzato.
Per quanto riguarda le sue affermazioni io credo che, pur generalizzando un po' troppo, non abbia poi detto delle assurdità. Tutte le reazioni critiche che si è tirato addosso sono nate perchè non ci piace che dall'esterno qualcuno ci tocchi su un nervo scoperto ^___*

@Nick: grande cugino! Seconda visione quando mi compro il dvd ^__*

@arte: davvero? Allora non perderti il post di oggi ^__*

@mikyalpha: perquanto ci si possa provare, le macchine di oggi non saranno mai a prova di morte ^___^
Immaginavo che il film ti sarebbe piaciuto e il post su Plane Terror sta per arrivare ^__^

@killo. ok! Quando hai fatto fammi sapere i dettagli (sovrapprezzo, spese di spedizione se ci sono ecc.)
Sono già iscritto a blogitalia ^__*

Anonymous said...

le spese di spedizione ammontano ad otto euro...praticamente niente...un giorno di questi, vado in negozio a provarne un paio, e se mi stanno bene le ordino...tempo massimmo di consegna 5 settimane


killo

DR.HOUSE said...

ok, grazie...ho accettato lo scambio link, il tuo blog è stato aggiunto.XD, alla prossima, ti aspetto sul mio blog.:)

Mark said...

mi dispiace sei stato nominato...vedi il mio blog e capirai
www.mark-be.blogspot.com

DR.HOUSE said...

grazie di avermi linkato..ci si legge!:)

Weltall said...

@killo: otto euro vanno benissimo! Fammi sapere ^___*

@dr. house: link ricambiato, grazie a te ^___*

@mark: io ho già partecipato aquesta catena! Guarda il post del 30 settembre ^___^

Inenarrabile said...

Devo vederlo :)

Weltall said...

@inenarrabile: assolutamente ^___*

Edo said...

Allora, io non sono tra i detrattori di Tarantino. Cioè a me Tarantino sta sul cazzo se proprio devo dirla tutta, nonostante Kill Bill e i precedenti mi piacciano molto. Death proof beh mi ha divertito ma lo trovo più un esercizio di stile (e riuscito fino ad un certo punto). Come dicevo mi ha divertito ma uscito dalla sala non ci ho più pensato!

Weltall said...

@edo: credo di capire cosa vuoi dire. Dovendo tirare fuori un film da quello che doveva essere un episodio (anche se credo che l'intenzione fosse quella di presentare COMUNQUE un montaggio nuovo per l'uscita in dvd) si sia divertito a mettere insieme un compiaciuto "esercizio di stile"...che personalmente mi è piaciuto molto ^___*