Wednesday, March 04, 2009

"We could make a porno"

Mi chiedo se l' ultimo film di Kevin Smith, Zack and Miri Make a Porno, verrà mai distribuito in Italia per la gioia dei numerosi estimatori del regista del New Jersey o se, al solito si dovrà ricorrere al mercato d' importazione o a metodi alternativi. Allo stesso tempo però, mi chiedo se veramente voglio che Zack and Miri Make a Porno trovi una distribuzione anche da noi perché, diciamocelo in tutta sincerità, il rischio è che il film venga fatto passare per una qualsiasi commedia demenziale americana, di quelle che arrivano a valanga nelle nostre sale, magari con un adattamento e un doppiaggio fatti alla leggera. Si rischierebbe di dare al pubblico, qualsiasi sia la loro posizione nei confronti di Kevin Smith, qualcosa che non si aspetta perdendo quella genuina semplicità che sta alla base del cinema del regista di Clerks. Perchè in fondo le sue sono storie semplici di gente semplice, comune. E anche se dal suo amato New Jersey è migrato in Pennsylvania (sarà per questo che non ci sono Jay e Silent Bob?), sono sempre queste le storie che ama raccontare. Zack e Miri in fondo non sono come Dante e Randal di Clerks? Trentenni, non ancora realizzati che tirano avanti a fatica, giorno per giorno, magari trovandosi in imbarazzo nel vedere i loro coetanei già sistemati. Solo che non è semplice per tutti trovare la propria strada. Zack e Miri sono amici da una vita e dividono un appartamento in affitto e tutte le spese che questo comporta. Quando arrivare a fine mese, con tutte le bollette arretrate, diventa impossibile, si trovano costretti a trovare un sistema per raggranellare un po' di soldi e una serie di fortuite coincidenze convince Zack che entrare nello showbiz del porno è sicuramente la scelta migliore. Quello che mi piace del cinema di Kevin Smith è che, se lo priviamo dei suoi dialoghi a ruota libera, taglienti, "coloriti", esilaranti o di tutte quelle scene divenute assolutamente cult (anche qui ce ne sono un paio che saranno ricordate a lungo) rimane comunque qualcosa, un cuore pulsante capace di raccontare una generazione intera attraverso un' amicizia sincera senza impantanarsi in luoghi comuni o, come nel caso di Zack e Miri, un rapporto che supera quel confine per diventare qualcosa di più. Sicuramente il bravo Seth Rogen e la bella Elisabeth Banks (che sorriso meraviglioso ha questa ragazza) fanno la loro parte, così come i "veterani" Jason Mewes e Jeff Anderson, ma trovo sinceramente impossibile non provare emozioni sincere e genuine di fronte a quest' ultima fatica di Smith dove i sentimenti non sono certo lasciati in secondo piano anche perché, in fondo, chi l'ha detto che il porno ha ucciso il romanticismo?

10 comments:

Killo said...

Il titolo è troppo aggressivo...fantastico...un genio---

Weltall said...

@Killo: guarda, è anche molto divertente! Ci sono delle scene dove avevo le lacrime agli occhi dal ridere ^__*

Pupottina said...

il porno nno uccide il romanticismo..... anzi lo alimenta.... serve a rimanere uniti....
lo cercherò questo film!!!!

nicolacassa said...

Ma come hai fatto ad escludere il buon Deiv dalla visione! ^^

Weltall said...

@Pupottina: e fammi sapere che ne pensi naturalmente ^__^

@Nick: colpa sua che cerca sempre alternative ^__*

kusanagi said...

Condivido la tua preoccupazione, e ritengo che sia meglio che non esca.

Tanto su ITASA ci son già i sottotitoli in italiano, il film ce lo scarichiamo , e nn facciamo danno a nessuno se non ad Amazon o a Play.com, che personalmente foraggio gia' abbastanza !!! :D

panapp said...

Spero vivamente che il film arrivi in Italia, ed in una versione decorosa!!!

Weltall said...

@kusanagi: anche un adattamento poco curato potrebbe essere peggio che non distribuirlo...
"e nn facciamo danno a nessuno se non ad Amazon o a Play.com, che personalmente foraggio gia' abbastanza !!! :D"
eh eh eh come ti capisco ^___*

@panapp: tante volte le mie speranze sono state prese e scaricate nel gabinetto da criteri distributivi discutibili e a me ancora oscuri...perciò mi rivolgo sempre più a canali alternativi, ufficiali e non (che ti consiglio di sfruttare per recuperare questo film, che merita ^__*)

Vagabond said...

Contento che ti sia piaciuto... io l'ho adorato! Penso sia quasi meglio che il film non venga distribuito piuttosto che distribuito massacrato!!

Weltall said...

@Vagabond: il massacro è un rischio che un film come questo non potrà evitare nel caso si decida di distribuirlo...per il resto l'ho trovato fantastico e lo rivedrò presto in compagnia per difondere il verbo di Smith ^__*