Thursday, March 12, 2009

"I'm an old broken down piece of meat"

Nell' ultimo film di Darren Aronofsky, The Wrestler, ci sono almeno due scene in particolare che delineano il personaggio di Randy "The Ram" Robinson e in qualche modo anche l'attore che lo interpreta, un grandissimo Mikey Rourke.
Nella prima c'è Randy che gioca insieme ad un bambino con un vecchio NES della Nintendo, ad un gioco di lotta ispirato alla sua carriera sportiva. Il bambino non tarda a far notare quanto il gioco sia antiquato rispetto a quelli più moderni come Call of Duty 4. Eppure negli anni '80, epoca d'oro del Wrestling, non era raro trovare titoli ispirati ai grandi campioni del tempo (tendenza seguita ancora oggi ma, a mio avviso, non con la stessa forza), come non stupisce la diffusione della console Nintendo, un vero must in quel decennio. Ma se guardiamo con attenzione all' interno della casa, l'auto o in generale la vita di Ram possiamo notare tanti piccoli particolari che riconducono a quegli anni: le cassette audio analogiche, vecchie VHS, un poster degli AC/DC, l'action figure che ne riproduce le fattezze. Gli anni '80 rivivono intorno a Randy "The Ram" perché per lui il tempo si è fermato vent'anni prima, allo storico incontro con l' Ayatolla che ha segnato la vetta più alta della sua carriera e l'inizio della fine. E si aggrappa a quel momento con tutte le forze, guidato da un ossessione pari solo al desiderio di poter un giorno tornare a brillare tra le stelle più luminose del wrestling.
Nella seconda sequenza vediamo il protagonista ad un incontro con i fan insieme ad altre glorie del passato come lui. Dietro sorrisi, strette di mano, autografi, resta lo sguardo triste prima e terrorizzato poi, di un Ram che si guarda intorno e vede i suoi amici di un tempo come dei vecchi reduci della guerra più dura di tutte, la vita. Anche lui è un reduce e porta sul corpo i segni di mille battaglie. Ogni cicatrice racconta una storia, ogni ferita è un passo verso il collasso di un corpo distrutto dall' abuso di farmaci, palliativo alla vecchiaia, almeno tanto quanto l'elisir di vita eterna lo era per la morte in The Fountain.
Un vecchio reduce degli anni '80 che lentamente scompare per lasciare spazio al suo interprete, un Mikey Rourke la cui vita, il cui stesso corpo, si sovrappongono in maniera impressionante con quella di The Ram. Ed Aronofsky non può che stargli alle spalle, seguirlo costantemente mentre affronta la vita come se fosse un' incontro. L'amore di una figlia o quello per una spogliarellista non tengono lontana la solitudine che lo attanaglia lontano dal ring, lontano dal vero amore che cerca, quello del pubblico che lo acclama. Quel pubblico per il quale è pronto a dare tutto, anche la vita. Ed un attimo prima è sulle corde del ring che si esibisce nel suo colpo migliore ed un attimo dopo è andato.
One, two, three, Ram.

13 comments:

Tob Waylan said...

Io devo dire che forse mi aspettavo di più, non saprei, devo rifletterci. Bello, molto bello, ma forse la regia "brusca" di Aronofsky non mi entusiasmato più di tanto, anche se c'è da dire che Rourke riesce perfettamente nello scopo di trasmetterci lo stesso dolore che prova "The Ram" sul ring e "Radinzsky" nella vita (o come diavolo si scrive, sembra quello di Lost). Pelle d'oca per i titoli di coda, ma qua c'è un motivo particolare. Comunque leggerai qualcosa sul blog, se vorrai ^^

Vagabond said...

Gran bel film, che non mi sarei mai aspettato da Aronofsky, anche il cambiamento di stile di regia rispetto ai precedenti è funzionale e si integra perfettamente al mood del film. Rourke è uno dei miei attori preferiti, è tornato sulla cresta, adesso spero che ci rimanga ancora per molto...

Killo said...

Tutti ne parlano bene e vado sto fine settimana a vederlo al cinema..

Pupottina said...

lo devo vedere.....
chissà quando!
credo che Clint nno sfuggirà....
;-)
buon weekend

Spino said...

bello il paragone con i reduci, film magnifico per me è già nella top five di quest'anno.

Rob. said...

Alla fine si arriva tutti alla stessa conclusione il personaggio Randy the Ram si sovrappone all'attore Mickey Rourke ... è questa la grandezza del film.

Un saluto.

Rob.

Weltall said...

@Tob: si si, letto con molto piacere da te e commentato. A parte una piccola differenza di giudizio sulla regia di Aronofsky, sul film la pensiamo allo stesso modo ^__^

@Vagabond: perfettamente d'accordo sula regia di Aronofsky!
Rourke mi piace tantissimo adesso come mi piaceva prima ai tempi de L' Anno del Dragone ^__^

@killo: vai, non te ne puoi pentire ^__^

@Pupottina: assolutamente da vedere insieme a Clint!!! Buon fine settimana anche a te ^__^

@Spino: argh, non mi far pensare alle classifiche che do di matto ^___*
Comunque al momento è anche nella mia top five ^__*

@Rob: innanzitutto ben venuto e grazie per il commento ^__^
Si, anche io ho notato che alla fine tutti hanno visto Rourke e non The Ram, ed ha colpito la cosa perchè sembra che, alla fine, il buon Mikey non stia neanche recitando!

Luciano said...

Bellissima la sequenza con il bambino e questo "tuffo" (come hai dimostrato in modo egregio) negli anni ottanta. A me sono sembrate interessanti anche le sequenze con Cassidy e il loro rapporto d' "amore". Un film di ottima qualità.

nicolacassa said...

Bellissimo film, mi aspettavo mooolto peggio!

Anonymous said...

Bello il riferimento al reducismo dalla guerra più dure di tutte che è la vita. Sono contenta che il film abbia colpito particolarmente anche te.
Alessandra

Weltall said...

@Luciano: ti ringrazio ^__^. Effettivamente è importantissimo anche il rapporto con Cassidy ^__^

@Nick: mi fa piacere che l'hai apprezzato ^__^

@Ale55andra: la cosa che mi fa piacere è che questo film ha colpito un po' tutti, in positivo. Raramente una pellicola riesce a mettere tutti d'accordo ^__^

Cineserialteam said...

Trovo la tua disamina concorde con il mio parere in merito a questa pellicola che, personalmente, ritengo la migliore di questa stagione.

Weltall said...

@Cineserialteam: io credo che Ponyo di Miyazaki si piazzerà saldamente i ntesta nella classifica delle mie preferenze cinematografiche di quest' anno ^__*
Passo a leggere da te ^__^