Wednesday, March 25, 2009

Il ritorno di John Woo in Madre Patria: RED CLIFF

Nel 208 dopo Cristo, la Cina si appresta ad entrare in un periodo di grandi cambiamenti che coincidono con gli ultimi anni della dinastia Han. Il Primo Ministro Cao Cao infatti, fa leva sulla debolezza dell' Imperatore Han convincendolo che per rendere la Cina un unico grande impero, la via migliore sia unificarla conquistando i reami di Xu a ovest, governati da Liu Bei, e quelli di Wu a sud, sotto il dominio di Sun Quan. Liu Bei e il suo uomini, travolti dalla superiorità numerica dell' esercito di Cao Cao, sono costretti a ritirarsi anche per permettere alla propria gente di mettersi in salvo. L' unica speranza per troncare le ambizioni di Cao Cao è rappresentata da un' alleanza con il regno di Wu e spetta allo stratega di Liu Bei, Zhuge Liang, convincere Sun Quan e il suo generale Zhou Yu a prendere parte al conflitto. E mentre gli eserciti si fronteggiano sulla terraferma l' imponente flotta di Cao Cao si dirige verso Red Cliff, la roccaforte del regno di Wu. L'ultimo film di John Woo che ricordo di aver visto è stato l'innocuo e trascurabile Paycheck, tratto da un racconto di Philip K. Dick e interpretato da Ben Affleck e da una Uma Turman che cavalcava il momento d'oro post Kill Bill. Memori dei suoi primi grandissimi film, in tanti si aspettava che il regista cinese si allontanasse da Hollywood per tornare a girare i suoi film in patria. Proprio il 2008 ha segnato questo grande e atteso rientro dove John Woo non ricalca gli "early days" di A Better Tomorrow o The Killer, ma preferisce puntare in alto con un progetto enorme e ambizioso, un colossal storico dal titolo Red Cliff. Gli aggettivi scelti poco sopra non sono stati messi li a caso soprattutto se si considera che per raccontare la storia dei Tre Imperi e della caduta della dinastia Han, si è scelto di dividere il tutto in due film (scelta non criticabile vista la quantità di personaggi e nomi da ricordare) per un totale di più di quattro ore di girato (notizia ormai quasi certa è che la versione nostrana sarà un Bignami dei due film...tristezza) . Per non parlare poi del fatto che Red Cliff è a tutti gli effetti il film più costoso girato in terra cinese. Due aspetti che trovano giustificazione fin dalle primissime immagini ma soprattutto nel cast chiamato ad interpretare i ruoli principali (il grandissimo Tony Leung e Takeshi Kaneshiro, giusto per fare due nomi). Vero è che sono particolarmente affascinato da questi film, dall' accuratezza con cui sono ricostruiti storicamente, ma trovo veramente difficile pensare che non si rimanga colpiti dall' accuratissima messa in scena impreziosita dalla regia di Woo tutt'altro che trascurabile. Si pensi alle due enormi battaglie rappresentate, ma in particolar modo alla seconda, veramente impressionate e curata al dettaglio (non stupisce infatti che nei credits compaia il nome di Corey Yuen). Ma Red Cliff non vive di sole battaglie. Grande spazio infatti è stato riservato ai tanti personaggi e alle loro relazioni politiche e non. Alcuni sono molto definiti, altri appena abbozzati ma non rimangono sullo sfondo perché esprimono tutto il loro carisma sul campo di battaglia (e mi riferisco ai generali dell' esercito di Liu Bei). Detto questo, si prenda il mio entusiasmo con le pinze, visto che mi riservo un giudizio complessivo sull' opera una volta messo le mani sulla seconda ed ultima parte del film. To Be Continued...

4 comments:

chimy said...

Bene bene... :) attendo il tuo giudizio complessivo poi mi butterò anch'io a vederli.

Weltall said...

@Chimy: appena trovo sottotitoli comprensibili vado con la visione ^__*

Vagabond said...

Prima parte splendida! Woo è il mio primo amore e il primo amore... non si dimentica mai!! Adoro alla follia la sua filmografia (si, anche alcune commedie), e questo ritorno dopo, hai detto bene, l'innocuo e trascurabile Paychack, fa ben presagire per la seconda e ultima parte del film. Regia potente con tocchi di puro Woo, grandi personaggi, storia avvincente, cosa si può volere di più da questo kolossal? Adesso voglio vedere la seconda parte!!

Weltall said...

@Vagabond: mi fa piacere trovarti così entusiasta perchè effettivamente il film se lo merita (anche se ho voluto contenere il più possibile l'euforia nel post ^__*)
Ormai attesa spasmodica per la seconda parte ^__^