Monday, December 29, 2008

Ma qualcuno si ricorda di: KIMBA IL LEONE BIANCO

24° post della rubrica dei Ricordi (rigorosa- mente con la "R" maiuscola) e considerato che si è proceduto fino ad oggi con cadenza mensile, sono ben due anni che tiro fuori dal più nascosto cassetto della mia mente, argomenti da condividere con tutti coloro che hanno memoria di quelle piccole grandi cose che hanno fatto parte della nostra infanzia. Per questo secondo anniversario di "Ma Qualcuno Si Ricorda Di...?" ho pensato fosse giusto parlare di uno dei cartoni animati fondamentali, sia per il suo valore artistico che per quello sentimentale: Kimba Il Leone Bianco, partorito dalla mente geniale di Osamu Tezuka, che dietro la storia di un giovane leone trasmette forte e chiaro un messaggio di pacifica convivenza fra l'uomo e la natura. Un vero gioiello di cui vi propongo, al solito, la ormai storica sigla italiana:


P.S.: è altamente probabile che, da questo momento in avanti, la mensilità della rubrica non verrà più rispettata. Si continuerà comunque, con diversa frequenza, ma si continuerà ^__^

17 comments:

Tob Waylan said...

Ioooooo, vagamente ma me lo ricordo.

Inenarrabile said...

IO Io Ioooooooo me lo ricordoooo

(la sigla... soltanto ^^ ... mi ricordo ^^)

Pupottina said...

Buon 2009 da Pupottina, rapita dalle feste...

Killo said...

A me sinceramente Teo...faceva proprio schifo...

uno di quei cartoni fatti dopo la tanto sfruttata storia del Re Leone, che tra l' altro da bambino ero pure andato al cinema a vedere...

Spino said...

credo di aver visto ogni singola puntata.... scende la lacrima...

francy said...

Ma certo che me lo ricordo!
Però non mi piaceva: troppo da maschi! ^^

Weltall said...

@Tob: tu sei giovanissimo e questo cartone hai già molti anni sulle spalle ^__^

@inenarrabile: eh eh eh è già qualcosa ^__*

@pupottina: buon 2009 anche a te ^__^

@killo: ma Kimba è di molto precedente a Il Re Leone di Disney (parliamo degli anni '70). Addirittura quando uscì al cinema, la Disney dovette difendersi dall' accusa di aver plagiato in più di un' occasione l'opera di Tezuka ^___*

@spino: come ti capisco ^___^

@francy: vero, effettivamente era un po' da maschietti ^__*

Mr. Hamlin said...

Ne ho un vago ricordo,
però concordo con te sul fatto che la Disney dovette difendersi (e non le riuscì neppure troppo bene) dall'accusa di plagio.

Weltall said...

@Mr Hamlin: si, in effetti avevano ben poche possibilità di difendersi!

Killo said...

bhe...non mi ricordavo fosse così vecchio...

ammetto la grave lacuna e la mi ignoranza in tema...

Weltall said...

@killo: ma scherzi ^__*? Io sono in debito per tutte le novità tecnologiche che apprendo da te ^___^

Tob Waylan said...

Mi ricordo che ci fu per breve tempo tipo 10 o 11 anni fa, mi ricordo bene la sigla! Le puntate mica tanto...
Ne aprofitto per augurarti un buon 2009, sperando che la stagione cinematografica sia all'altezza di questo 2008! (già che io fibrillo per Quentin e Jarmusch ^^)

Weltall said...

@Tob: ho letto anche che era stato ridoppiato per il passaggio sulle reti mediaset ma non mi ricordo di averlo mai visto li. Lo si può vedere ancora su qualche emittente regionale.
Anche io ti auguro un buon 2009 e le premesse di una stagione cinematografica ottima ci sono tutte (Quentin, Jarmush,Fincher, Aronofsky...WOW ^__^)

nicolacassa said...

Si mi ricordo!! Anche la canzone!! :)

Weltall said...

@Nick: la sigla è storica ormai ^__^

Mermaid said...

...il primo cartone che ricordo :') commozione...che gran tempi :)

Weltall said...

@Mermaid: ciao carissima ^__^
Ti do il benvenuto ufficiale sul blog e ti ringrazio per il commento ^__^
Questo cartone è anche uno dei miei primi...questo significa che siamo dannatamente vecchi, lo sai no? ^__*