Thursday, December 04, 2008

"The boy they brought back is not my son."

Nella Los Angeles di fine anni venti, Christine Collins vive la sua vita di madre single e responsabile di un call center di una compagnia telefonica. Costretta da improvvisi impegni lavorativi a lasciare il figlio a casa per un' intero pomeriggio, al suo rientro il bambino sembra scomparso. Dopo cinque lunghissime settimane di ricerca, Christine viene contattata dalla polizia che l'avverte di aver finalmente trovato il suo figlio. L'incontro tanto atteso non si rivela però così felice in quanto, la donna, si rende subito conto che il bambino scortato dalla polizia non è suo figlio. Per evitare l'ennesimo scandalo, la polizia, sotto continuo attacco per accuse di corruzione, la convince a prendersi cura del bambino, attribuendo allo shock subito da entrambi, le difficoltà di Christine a riconoscere in quel bambino il figlio scomparso. Viste le insistenze della donna, pronta a raccontare ai giornali tutti i dettagli della sua incredibile e terribile storia, il dipartimento di polizia decide di farla internare in un istituto psichiatrico. Solo nella persona del reverendo Gustav Brieglev, da anni impegnato in una personale crociata per debellare il marcio nella polizia di Los Angeles, Christine riuscirà a trovare un valido alleato nella lotta per scoprire che fine ha fatto per davvero suo figlio. Questo in breve è quello che si evince anche dal trailer, ingannevole come da norma e regola, ma questa volta in senso positivo: il film infatti sviluppa una side-story parallela che andrà poi a collidere drammaticamente con la triste vicenda di Christine. Chiusa questa piccola parentesi informativa, bisogna dire che Changeling è uno splendido spaccato dell' America in piena "grande Depressione", uno dei suoi periodi più neri che si riflette, giocoforza, sull' odissea personale della protagonista (una sorprendente Angelina Jolie) contro le forze dell' ordine che hanno scambiato il "protect and serve" con la corruzione e la violenza. Un' eroina "eastwoodiana" forte, coraggiosa, determinata, che niente ha da invidiare all' altrettanto splendida Maggie di Million Dollar Baby, considerato soprattutto il periodo in cui Christine vive, anni nei quali l'emancipazione femminile era ancora un miraggio. Eastwood, dal canto suo, prende uno script difficile (ma solo perché se fosse finito in altre mani probabilmente ne staremo parlando usando ben altri aggettivi) e lo trasforma in un'altra preziosa tacca da aggiungere alla sua già preziosa filmografia, grazie all' ormai rodatissimo talento registico (accompagnato da una fotografia non da meno) e alla capacità di toccare le corde dei sentimenti (l' intera gamma a dir la verità) senza mai apparire forzato. Changeling, sfortunatamente, porta con se anche un grosso neo, rappresentato dall' attesa che graverà sulle nostre spalle per il suo prossimo "Gran Torino".

15 comments:

Inenarrabile said...

What a wonderful locandina!

Sì se fossi un uomo la Jolie sarebbe proprio il mio tipo ...

:-O

Ciau^^

Pupottina said...

hmmmmmmmmmmmm
chissà se riuscirò a vederlo questo film....

chimy said...

And now, waiting for Gran Torino! ;)

Pupottina said...

pensi davvero che arriveranno al sei di saw?
non posso che dire... bene... mi piace....
il 4 mi ha entusiasmata più del 3... credo continuerà a seguirli... ma il 5 credo lo vedrò in dvd.... inizio a risparmiare per natale... e poi ho altri pensieri al momento...

buon inizio weekend lungo

ViolaVic said...

Inizia tra poco un lungo weekend. Forse riuscirò ad andare al cinema a vedere John Malkovich e Angelina Pitt Jolie ;)
Me ne hanno parlato tutti bene!
Un abbraccio a martedì!

Weltall said...

@inenarrabile: la Jolie miete consensi sia tra il pubblico maschile che tra quello femminile, vedo ^__*

@Pupottina: questo è un film che meriterebbe di essere visto ^__^
Per quel che riguarda Saw...ormai si è trasformato in una sorta di serial-cinematografico quindi credo che un sesto capitolo ce lo possiamo pure aspettare. A me il II è quello che mi ha convinto di più ^__*

@chimy: oh yeah! You can shout it out loud ^__*

Weltall said...

@violavic: devi andare assolutamente! Il "vecchio" Clint non delude, fidati!
Buon fine settimana ^__*

nicolacassa said...

Bella trama!!!

Anonymous said...

Bellissimo, per ora, il migliore di questa stagione cinematografica.
Ale55andra

Luciano said...

Purtroppo continuo a non andare al cinema, ma spero di vederlo domani (per fortuna è ancora in sala).

Weltall said...

@Nick: eh già ^__^

@Ale55andra: ottimo film ma per me in testa c'è ancora Wall-E ^__^

@Luciano: anche io sono andato a vederlo molto in ritardo ma la sala era strapiena! Un' ottima cosa ^__^

honeyboy said...

gran torino è un'esigenza
ormai il vecchio clint non vuole darci tregua ^^

Weltall said...

@honeyboy: e noi gli vogliamo bene proprio per questo ^__^

Anonymous said...

Davvero un film bellissimo, molto toccante e realistico ben ambientato nel suo momento storico, una splendida Angelina Jolie e un bravissimo John Malkovich :-)
un film che, come Million Dollar Baby, mi ha commosso.
Ciao
Rosuen

Weltall said...

@Rosuen: e brava ^__^