Monday, September 15, 2008

"They hunt as a team"

Mentre nelle sale italiane si proietta (forse già "proiettava") in queste settimane il suo ultimo lavoro, Doomsday, ho pensato fosse ora di recuperare il primo lungometraggio di Neil Marshall, interessante regista e sceneggiatore di origini inglesi che ho avuto modo di conoscere con il suo secondo film, quel piccolo gioiello horror che risponde al nome di The Descent. Ma torniamo al film di cui voglio parlare oggi, Dog Soldiers, un gustoso horror dalle vivaci tinte splatter, dove Marshall miscela sapientemente militari e lupi mannari immersi nei cupi boschi scozzesi. Dopo una breve introduzione in cui la triste sorte di una coppia di campeggiatori non lascia dubbi su che direzione prenderà il film, l' azione si sposta su di un gruppo di militari che, calatosi da un elicottero si "immergono" nei boschi per un' esercitazione con un' unità delle forze speciali. Giunti sul campo di quest' ultimi, lo trovano devastato e di loro solo brandelli sanguinolenti. L' unico sopravvissuto, gravemente ferito, li mette in guardia dalla minaccia che si nasconde nei boschi, creature fameliche apparentemente inarrestabili. Comincia così una fuga disperata che precede l'inevitabile massacro. Eh si, perché Dog Soldiers non inventa certo nulla di nuovo, non da nuova "verve" al genere ma con il suo profilo visivamente "low-budget" riesce comunque ad avere piacevoli spunti d' originalità, come mettere al centro dell' attenzione non i soliti sprovveduti che finiscono smembrati ad uno ad uno, ma un manipolo di soldati che si difendono grazie all' addestramento militare (anche se questo non gli impedirà di finire smembrati) contro un gruppo di licantropi che attaccano seguendo strategia da branco. Il gore non si spreca di certo ma viene usato con molta ironia e senza esibirlo in maniera troppo morbosa. Non pago di aver dimostrato che si può tirar fuori ancora qualcosa di buono da un genere stra-abusato, Neil Marshall impreziosisce questo piccolo film citando alcuni capisaldi del genere: l'assedio nella casa di campagna, con tanto di finestre sbarrate con assi e mobilia, rimanda direttamente a La Notte dei Morti Viventi di Romero, mentre la soggettiva dei mannari che circondano la casa (rigorosamente in bianco e nero) non può che portare alla mente La Casa di Sam Raimi (senza contare che uno dei personaggi si chiama Bruce Campbell e ho detto tutto!). In definitiva un esordio senza infamia e con qualche meritata lode che diventeranno applausi con il suo film successivo. Consigliabile recuperarlo in lingua originale perché il doppiaggio italiano oscilla tra l'osceno e l' irritante.

10 comments:

chimy said...

Devo recuperarlo anch'io. The Descent era un gioiello davvero. Purtroppo mi sa che ho perso Doomsday... recupererò più avanti.


Un saluto

Alberto Di Felice said...

Adoro il tuo lapsus su Neil Jordan-- Il film l'ho recuperato poche settimane fa, per prepararmi per "Doomsday", ed è abbastanza interessante. Marshall sarà da tener d'occhio, sperando che non degeneri--

Inenarrabile said...

Io ho visto questo film, qualche giorno fa, l' hanno dato su Italia 1 in seconda serata, o almeno da come ne parli mi sembra lui, non ne sono certa perché ho cominciato a guardarlo verso la fine, ma la casa circondata corrisponde, i lupi anche... per caso finisce su un motoscafo, con l' apertura della porticina?

Weltall said...

@chimy: Non è ai livelli di The Descent ma merita una visione! Doomsday dovrei postarlo a breve ^__*

@alberto: Neil Jordan...e che cacchio! Altro che lapsus...qui siamo vicini al rimbecillimento più completo! Se non me lo facevi notare chissà quando me ne sarei accorto...ho provveduto subito a correggere, grazie ^__*
Effettivamente c'è da sperare che non si rovini con le sue mani!

Weltall said...

@inenarrabile: forse non è lo stesso perchè questo non finisce su di un motoscafo...a questo punto mi piacerebbe sapere il titolo del film dato su Italia1 che sembra somigliarli così tanto ^__^

Spino said...

non l'ho visto, ma the Descent era stupefacente.... ora non so come ma credo che abbia svaccato con il primo vero budget di Doomsday... aspetto fiducioso smentite

Weltall said...

@spino: mi fa piacere trovare tutti questi con sensi per The Descent ^__^
Per quel che riguarda Doomsday ti farò sapere il prima possibile ^__^

Matteo L. said...

Ciao ho scoperto il tuo blog solo ora grazie ai link. Mi piace molto e mi interesso di cinema. ti chiedo se ti andrebbe di fare scambio di link con il mio. Ti aspetto da me se accetti. Grazie e complimenti.

Weltall said...

@matteo: ti ringrazio per visita, commento e complimenti. Ben volentieri accetto di scambiare il link. Ora ti aggiungo e passo da te ^__*

piwibrim said...

Your blog looks nice, even so it would be far better if you’ll be able to use lighter colors too as a professional design. This will make sure that a lot more readers come to check it out.Informative post by the way!

generic nolvadex