Wednesday, December 19, 2007

DO THE REVOLUTION

Rushmore è un obiettivo da raggiungere al quale aggrapparsi e dedicare se stessi nonostante le proprie esigue possibilità, andando contro tutte le regole. Rushmore è un' opportunità di rivalsa. Rushmore è l'amore di una vita. Rushmore è una scuola privata frequentata da ragazzi provenienti da famiglie ricche. Ma la Rushmore è frequentata anche da Max Fisher. Max Fisher non è come tutti gli altri studenti anzi, in una scuola così rinomata è quasi un punto nero su di un foglio immacolato: non è di famiglia ricca (il padre è un barbiere) ma si è guadagnato un posto in quella scuola e una borsa di studio grazie ad una pièce teatrale da lui stesso scritta. Insomma, a soli quindici anni Max dimostra di essere dotato e di poter far parte dell'elite della Rushmore. La scuola diventa la sua ragione di vita: partecipa attivamente a qualsiasi club o attività extra scolastica, fondandoli lui stesso nel caso non esistano. Il tutto però ruba tempo allo studio e i suoi voti in rapida discesa rischiano di farlo espellere. La sua vita prende una piega inaspettata quando conosce Herman Blume e Rosemary Cross. Il primo è un industriale nonché finanziatore della Rushmore. Non vede di buon occhio i figli delle famiglie facoltose soprattutto per il fatto che la loro ricchezza gli spiana troppo facilmente la strada. Anche per questo prova subito una particolare simpatia per Max con il quale stringe una profonda amicizia. La Sig.na Cross invece, è una insegnate della Rushmore di cui Max si innamora perdutamente e dalla quale non è corrisposto. Potrei continuare a scrivere la trama di questo film fino alla sua conclusione pur di tener lontano il momento di cominciare a scrivere davvero "qualcosa" sul secondo lungometraggio di Wes Anderson. Non è facile tradurre in frasi di senso compiuto le sensazioni che mi suscitano i suoi film e Rushmore non fa certo eccezione. Si potrebbe riassumere il tutto in una frase rivolta da Max ad Herman "Il mio segreto? Trovare quello che ti piace fare e farlo per il resto della vita. Nel mio caso è la Rushmore" ma sarebbe riduttivo, si lascerebbero da parte tutte quelle sensazioni, tutta quell' umanità che i suoi personaggi e le sue storie riescono a tramettere. Rushmore arriva dopo l'esordio sorprendente, Bottle Rocket e l' esplosività dirompente è sostituita in questo caso da una carica rivoluzionaria incarnata nello stesso Max. La storia, scritta da Anderson e dall'amico di sempre Owen Wilson, mette in scena una serie di personaggi straordinari, dai protagonisti alle semplici figure di contorno. Si definiscono ancora di più in questo film tutti quegli elementi che diventeranno quasi una "firma" nelle sue successive produzioni: non solo una regia dalle inquadrature e dai movimenti di macchina molto ricercati, ma soprattutto quella perfetta alchimia di colori, musiche e quell'umorismo leggero, impalpabile, irresistibile. Jason Swartzman è una sorpresa, Bill Murray una conferma, la colonna sonora scelta con cura quasi maniacale. Ho scritto tanto e mi sembra di non aver scritto niente. Fate una cosa: guardate il film con i vostri occhi (o con il cuore) e trovate la vostra Rushmore.

9 comments:

Edo said...

è vero,in questo film si vedono tutti gli elementi tipici andersoniani che poi esploderanno nel capolavoro successivo: i Tenenbaum.

Deneil said...

ce l'ho ma non l'ho visto..in compenso ho visto i tenenmbaum (pazzesco!) e le avventure acquatiche....quindi lo straconsigli??vedo di recuperare al più presto!secondo me anderson è completamente schizzato!

nicolacassa said...

Questo film mi sembra di averlo già visto!

Cineserialteam said...

Bill Murray è uno dei più grandi attori di sempre!

Mr.Segnalatore said...

Ciao Weltall!
Io purtroppo non ho molto tempo in questo periodo, per aumentare visitatori ti consiglio di iscriverti ad OKnotizie. Almeno descriverai i tuoi articoli nel modo giusto. Vedrai, dopo poco noterai notevoli risultati! Fammi sapere poi, ciao!

Inenarrabile said...

Che dire?! trovare la propria Rushmore, può portare molti rischi, ma io sono un' impavida e vedrò il film, e magari la trovo una volta per tutte :D

Weltall said...

@edo: e infatti a breve rivedrò i Tenenbaum e proverò a scriverci qualcosa ^___^

@Deneil: Anderson è di sicuro uno dei migliori giovani registi americani!
Rushmore te lo straconsiglio e anche il suo primo film, Bottle Rocket (in Italia è "un colpo da dilettanti")

@Nick: l'abbiamo visto a casa e alla fine tu hai esclamato "geniale!"...ancora me lo ricordo ^___*

@cineserialteam: perfettamente d'accordo ^_____^

@Mr. Segnalatore: OKnotizie quindi! Adesso provo a veder come si fa! Grazie epr la dritta ^___*

@inenarrabile: al di la della ricerca di una Rushmore personale, recupera e guarda questo film. Secondo me non te ne pentirai ^______^

nicolacassa said...

minchia allora sto perdendo la memoria!!

Weltall said...

@Nick: ma no ^___^