Monday, July 02, 2012

Invasione domestica

Per chi non lo sapesse, Juan Carlos Fresnadillo è il regista di 28 Settimane Dopo, sequel del film di Danny Boyle. Se anche a voi è capitato di mettere in loop la concitata e mozzafiato sequenza iniziale con la splendida colonna sonora di John Murphy, allora capirete bene che un suo nuovo progetto era quanto meno atteso con vivo interesse. Dopo un silenzio durato quasi cinque anni, eccoci quindi a parlare di Intruders, film horror che se da una parte conferma le buone impressioni che ci aveva fatto precedentemente il regista spagnolo, dall' altra lascia un po' l' amaro in bocca sopratutto a chi di film di genere ne mastica abitualmente. I punti deboli, neanche ci fosse bisogno di specificarlo, risiedono in una sceneggiatura che segue in parallelo due vicende distanti eppure molto simili: in Spagna un bambino è perseguitato da una misteriosa e spettrale figura incappucciata. Lo stesso capita in Inghilterra ad una ragazzina appena dodicenne. Come facilmente prevedibile, le due storie finiranno per incrociarsi in un twist narrativo sfortunatamente fiacco, forse perchè poco celato e fin troppo suggerito. Se narrativamente siamo lontani dalla sufficienza, Intruders riesce comunque ad essere davvero inquietante, vuoi per l' approccio visivo scelto da Fresnadillo, che gioca con sagome, luci ed ombre, e vuoi anche per un continuo richiamare paure ataviche come quella del buio o infantili come quella dell' uomo nero nascosto nell' armadio o sotto al letto. Ci si spaventa insomma ma non a causa dei più classici e fastidiosi espedienti da cinema horror, e questo fa guadagnare certamente ad Intruders qualche punto anche se da Fresnadillo ci si aspettava ben altro.

Recensione già pubblicata su CINE20.

4 comments:

Pupottina said...

sembra comunque interessante

Weltall said...

@Pupottina: visto che è facilmente reperibile anche in italiano, potresti darci un' occhiata ^^

Gianmario Piras said...

Si si si concordo! Un film potenzialmente carino e ben "impacchettato", mancava solo il fiocchetto :) Pure gli attori non sono male e il regista è interessante. Ma sinceramente ci ho messo un pò più del normale a capire che stava succedendo e a pezzi era un pò confusionario, alla fine speravo solo che non facessero ulteriori danni con la trama e che finisse almeno per rimanere sulla sufficienza. Comunque non avendo di meglio da fare si può guardare.

Weltall said...

@Gianmario: esatto! Alla fine non rimani completamente deluso ma ti accorgi che si poteva fare di molto meglio e alla fine quasi lo pretendi qualcosa di MOLTO meglio ^__*