Wednesday, October 14, 2009

PHILANTHROPY, il piccolo grande miracolo italiano della Hive Division

Considerato l'amore profondo che ormai da anni mi lega al CAPOLAVORO videoludico Metal Gear Solid, non credo che nelle righe che seguiranno riuscirò ad essere particolarmente obiettivo nel parlare di Metal Gear Solid Philanthropy, fanmovie non-profit basato sui personaggi e la storia creati da Hideo Kojima. Sarebbe troppo lungo spiegare chi sia Kojima e cosa rappresenti la sua creatura per il mondo dei videogiochi ma per giustificare il mio incontrollabile entusiasmo è giusto cercare di riassumere il tutto in una breve premessa: Hideo Kojima è DIO. Se esistesse l' Olimpo dei creatori di videogiochi, lui di sicuro avrebbe un posto insieme a Shigeru Miyamoto (Super Mario) e Hironobu Sakaguchi (Final Fantasy), spazio che si è guadagnato con una geniale intuizione: inserire in un classico action/shoot 'em up elementi di infiltrazione e spionaggio, rendersi invisibili agli occhi dei nemici piuttosto che crivellarli di proiettili. Così, con i due classici giochi usciti per lo storico NES, Kojima ha fatto la sua fortuna e ha posto le basi per la straordinaria saga con protagonista Solid Snake giunta a conclusione (almeno per il momento) con il quarto capitolo della serie Metal Gear Solid per PS3. Le nuove e potenti tecnologie hanno permesso inoltre a Kojima di poter mostrare al mondo le sue indiscutibili qualità registiche che hanno reso Metal Gear una vera e propria esperienza videoludica e cinematografica allo stesso tempo. Per questo motivo, pensando da vero nerd ad una trasposizione live action, il nome più papabile è sempre stato quello dello stesso Kojima escludendo a priori la validità di un qualsiasi tentativo hollywoodiano di portare sul grande schermo le gesta di Snake. Poi spunta fuori la Hive Division, un gruppo ben assortito di ragazzi italianissimi che decidono di portare avanti un progetto non-profit utilizzando il background e i personaggi creati da Kojima. Guidati da Giacomo Talamini (che scrive, dirige e interpreta lo stesso Snake...tra le altre cose) e da una passione evidente e profonda per Metal Gear, mettono in cantiere il loro fanmovie dal titolo Metal Gear Solid Philanthropy, progetto iniziato nel 2002 e completato nel 2009, costato intorno ai 10.000 Euro e messo a disposizione in Rete scaricabile gratuitamente. Impossibile districare brevemente gli intrecci narrativi che stanno alla base delle avventure di Snake, vi basti sapere che il film della Hive Division si piazza cronologicamente dopo gli eventi del primo Metal Gear Solid quando Snake fonda con l'amico Otacon il gruppo Philanthropy, il cui scopo è boicottare il proliferare di armi atomiche ma soprattutto la costruzione dei Metal Gear (in parole povere sono dei carri armati bipedi) portando a conoscenza l' opinione pubblica dei principali segreti delle industrie belliche. Senza addentrarci ulteriormente nelle dinamiche fantapolitiche partorite da Kojima (fidatevi, ci si potrebbe perdere) diciamo subito e chiaramente che Philanthropy spacca e di brutto anche: non solo Talamini dimostra di aver appreso il meglio dal Maestro ma infonde nel film quella passione che i fan come me sono felicissimi di poter ritrovare insieme a tante piccole situazioni familiari per chi ha "accompagnato" Snake nelle sue avventure videoludiche: il briefing della missione, le chiamate con il codec, i boss stile Foxhound, le musiche e perfino le dissolvenze in nero tra una scena e l'altra. Anche la storia lascia più domande che risposte, in perfetto "Kojima's style", ma bisogna tener presente che questo è solo il primo di tre film e la durata è di appena settanta minuti. Gli script dei due seguiti sono già stati scritti ma i film non ancora prodotti e non è difficile intuire perché (va bene la passione, ma finire con le pezze al culo non è mica bello). Quindi, mentre la Hive Division rimane in attesa del responso del pubblico (al momento più che positivo) e di possibili sponsor, non rimane che congratularsi per lo splendido lavoro svolto, dimostrazione del fatto che il cinema italiano (e qui si parla di un genere, quello fantascientifico, di cui non siamo certo dei portabandiera) ha delle ottime nuove leve che si spera sinceramente di poter vedere all' opera nel prossimo futuro.

7 comments:

Rosuen said...

Mi sembra chiaro che il film ti è piaciuto, e mi vien la curiosità di vederlo :-)

pilloledicinema said...

Ma lo sai che mi hai fatto venire voglia di vederlo? Del resto ho adorato la Metal Gear Solid, dalla prima volta che ho preso il joypad.
Se non avessi le prossime settimane pienissime, ti darei una data certa, ma onestamente appena posso me lo vedo.
Ciao

Weltall said...

@Rosuen: oh si, mi è piaciuto molto!

@pilloledicinema: è già un successo per me se quanto ho scritto ti ha convinto a vedere il film ma sono quasi certo, se anche tu hai amato la saga di Snake, che questo film non ti dispiacerà di certo!
Aspetto di sapere che ne pensi dopo che l'hai visto ^__^

Vagabond said...

Mi incuriosisce molto... lo scarico!!

Weltall said...

@Vagabond: oh si! Poi fammi sapere che ne pensi! ^__^

Eazye said...

hai letto il pezzo su i400Calci?

http://www.i400calci.com/2009/10/metal-gear-solid-the-lo-fi-spaghetti-movie-edition/

Weltall said...

@Eazye: bellissimo articolo che condivido in pieno!!!

Anche se Philanthropy non è poi così verboso e l'incomprensibilità è dovuta al fatto che il film è incompleto.

Comunque è ottimo che ne abbiano parlato anche su i400Calci ^__^