Tuesday, August 28, 2007

Visioni estive

Nonostante le vacanze estive, non mi sono fatto mancare la visione di un paio di film grazie ad un cinema all'aperto che organizza ogni anno una serie di proiezioni nel luogo dove abitualmente trascorro le mie vacanze. Come ho già scritto nel post di domenica, rimane solo un po' di rammarico per non essere riuscito a vedere Breakfast on Pluto che oramai recupererò quando uscirà a noleggio. Vista la particolare occasione (due film in un solo post...incredibile ^___^) cercherò di essere più conciso almeno per questa volta (chissà quanti di voi stanno esultando adesso ^___*). Andiamo a cominciare:

Danny Ocean e la sua banda sono tornati ma questa volta è per vendetta. Quando uno di loro, Rouben, viene colpito da infarto dopo essere stato truffato dal potentissimo proprietario alberghiero Willi Bank (Al Pacino) gli altri non stanno a guardare e si preparano a rendergli pan per focaccia compresi gli interessi. Dopo Bubble e The Good German, Soderbergh torna al film per il grande pubblico sfruttando per l'ennesima volta, e speriamo anche ultima, il colorato circo di Ocean e dei suoi undici compari che per l'occasione diventano tredici. Ocean's Thirteen non è un film che crea particolari aspettative se non quella di divertire ed intrattenere. Questa è probabilmente la maniera con la quale troupe e cast hanno affrontato la realizzazione del film: Soderbergh si lascia andare ad una regia frizzante dando al film quel "look" visivamente affascinante. Il cast, ultra collaudato, è il punto di forza del film ma sono sempre Clooney e Pitt, gigioni compiaciuti, a rubare la scena a tutti. Nonostante questo il grado di "entertainment" è piuttosto basso e per farla breve, si arriva tranquilli alla fine del film ma rimane poco e nulla da ricordare. Se a questo aggiungete il difetto che questo film si porta dagli episodi precedenti, la storia (troppo complessa e poco accattivante), il film raggiunge a stento una sufficienza stiracchiata (l'odioso "6 meno meno meno" scolastico per capirci). Da vedere senza alcun impegno.

Cosa c'è di meglio di un lungometraggio animato di uno dei personaggi giapponesi più amati da grandi e piccini, al secolo Lupin III, se non un suo lungometraggio ad opera del Maestro Hayao Miyazaki? Il Castello di Cagliostro era già presente sul mercato italiano nel mercato dell' home video e a luglio, grazie ad un nuovo master video e ad un ri-doppiaggio con le voci italiani "storiche" della serie animata, il film è uscito per la prima volta nei cinema italiani. Inutile dire che nella mia città, nessuna sala lo ha proiettato. Immaginate che graditissima sorpresa trovarlo nel programma di un piccolo cinema all'aperto, per ben due sere (grazie associazioni culturali!!!). In questa pellicola il ladro gentiluomo per eccellenza torna nel piccolo stato di Cagliostro, che fu teatro di una delle sue prime e sfortunate "imprese", per rubare qualcosa di molto più prezioso di qualsiasi gioiello o opera d'arte. Naturalmente accompagnato dai fidi Jigen, Goemon, Fujiko ed inseguito dall' instancabile Zenigata. Pur trattandosi di personaggi già noti e famosi (creati dala matita di Monkey Punch), Miyazaki riesce comunque a dare al film il suo particolare tocco, ad infondergli la sua magia...in una parola: bellissimo! Se l'avete perso al cinema, dovete recuperarlo in dvd visto che, a questa ri-edizione cinematografica, seguirà quasi certamente una nuova edizione su supporto digitale (probabilmente ad opera della Dolmen). Prima di chiudere, vorrei far notare che Il Castello di Cagliostro è datato 1979 e, pur trattandosi di un "cartone" fatto alla vecchia maniera con ben 28 anni sulle spalle, da parecchi punti alle più recenti produzioni animate ipertecnologiche. Ho finito.

7 comments:

Gianmario said...

Io non l'ho visto Ocean's Thirteen, ma considerando i primi due non e' che sia molto invogliati. Cioe' insomma diecimila attori strafamosi, un sacco di bravi professionisti a lavorare a questi film, sicuramente anche n bel po' di soldi incassati pero' che rimane, dei film abbastanza noiosetti e scontati. Non brutti ma con quel cast cavolo, un po' di piu' potevano darmelo!!! =)

Poi gli attori hanno detto che si son divertiti a farlo. Ok allora fatemelo pagare di meno tanto vi siete divertiti perche' straguadagnare!! :)

nicolacassa said...

Lupin, un bellissimo lungometraggio, peccato per il freddo polare, poi il vento canta...!

heraclitus said...

la serie degli ocean's non mi impegno proprio a vederla.
il film di lupin realizzato da miyazaki è decisamente un capolavoro.

andrea opletal said...

Ocena 13th non me lo voglio perdere ... mi piace il genere e gli attori che ci sono !!!

vediamo quando riesco.!!

Weltall said...

@gianmario: sono d'accordo. Se non fosse capitata l'occasione me lo sarei fatto prestare (neanche lo noleggiavo ^___^)

@Nick: il freddo non ha intaccato la bellezza del film ^___^

@heraclitus: Lupen di Miyazaki è un CAPOLAVORO, hai proprio ragione. Così come condivido la poca voglia di recuperare i vari Ocean's ^___*

@andrea: credo che al cinema già non ci sia più. Dovrai aspettare la versione noleggio ^___^

schegge said...

IL CASTELLO DI CAGLIOSTRO mi ha risvegliato la passione x Miyazaki e ho recuperato quasi tutti i suoi film... MhA! In alto c'è la foto di EXILED!!!! Un capolavoro. Ho scoperto da poco Johnnie To e gli sto dando giù di brutto....
A presto. Ciao!

Weltall said...

@schegge: per me è stato il contrario, nel senso che Il castello di Cagliostro è uno dei suoi ultimi film che ho recuperato ^___^
A parte le persone che l'hanno visto con me, tu sei il primo che riconosce la foto nell' header del blog. Johnnie To è un regista fantastico!!!
Quasi dimenticavo: grazie per la visita, che ricambio immediatamente ^__*