Wednesday, November 15, 2006

Questa vita dolceamara...

Sunwoo è un uomo all'apparenza distinto ed elegante, direttore di un hotel di lusso. Ma Sunwoo conduce una doppia vita, come braccio destro di Kang boss della malavita locale. Sunwoo ha un rispetto quasi paterno per Kang. Kang considera Sunwoo il suo uomo più fidato, tanto da rivelargli la sua più grande debolezza: si è innammorato di una ragazza giovane e bella e il sospetto che lei stia frequentando un'altro uomo lo fa impazzire. così in occasione di un viaggio a Shangai, ordina a Sunwoo di fare compagnia alla giovane, di tenerla d'occhio e nel caso i suoi sospetti fossero fondati di "occuparsi" personalmente della faccenda. Ma Sunwoo non è preparato a quello che l'aspetta perchè la ragazza è giovane, solare e lui la osserva cogliendone piccoli e bellissimi particolari: la osserva mentre si accosta delicatamente i capellli dietro l'orecchio, osserva le sue dita delicate mentre scartano un pacco, il suo sorriso mentre suona. In un attimo tutte le sue certezze crollano e questo nuovo sentimento lo porta a disubbidire a Kang e a subirne le conseguenze. Sentendosi tradito a sua volta dall'uomo che ha servito fedelmente per tanti anni, la sua violenta vendetta non tarderà a compiersi. E' sempre bello scoprire che dietro una trama tutto sommato non originalissima, si cela un film di rara bellezza che fa della rappresentazione estetica degli ambienti (bellissima la Seul notturna) e della violenza stessa, il suo punto di forza. Kim Jee-woon, dopo una commedia nera (The Quiet Family) e un horror (Two Sisters) si cimenta nel genere noir virato in particolare all'action, per raccontare con raffinata eleganza e brutale violenza, la caduta di un'uomo, la perdita di tutti i suoi valori per un sentimento profondo che non sarà mai corrisposto. Un piccolo gioiello che paga il prezzo di essere stato distribuito dopo i film di Park Chan-wook, ma che saprà stupire gli amanti del cinema asiatico e non.

4 comments:

Anonymous said...

Ehi cugino ma l'hai già visto?!

Weltall said...

Si!
Ma lo riguardo molto volentieri
^_______________________^

Accakappa said...

Ciao Weltall, come ogni buon ospite sono venuto a guardare il tuo blog dopo la tua visita di ieri, e devo dire che mi è piaciuto assai, soprattutto lo special sui pranzi giappo (sto cercando di convincere la mia ragazza a tornare al ristorante giappo, ma è restia).
PS: tu sei veramente troppo buono: X-3 era tremendo. Non si può dire altro.

Ciao e appresto.

Weltall said...

Grazie per essere passato in questo delirio che è il mio blog
^____^
Mi fa piacere che hai apprezzato gli special giappo, presto ne inserirò uno relativo ad una cena occidentale fatta l'estate scorsa per dei giapponesi...nel frattempo spero tu riesca a convincere la tua ragazza ad una sortita culinaria nipponica^___*

Per quanto riguarda X3, il mio giudizio si basa principalmente su due fattori:
1 - per giudicare i film tratti da fumetti, prendo come termine di paragone per il peggio Spawn e Fantestici4...veramente terribili!!!
2 - l'ho guardato in ottima compagnia(dovresti trovare in giro per il blog le foto dei loschi individui con cui guardo i film)e mi sono parecchio divertito

ciauz ^____^