Friday, November 17, 2006

"Alcuni sono a proprio agio all'inferno..."

E' iniziata la seconda meta del Day4. Jack riesce a mettere in salvo Paul e i dati scaricati dai computer della McLeanin Foster che mette sulle loro traccie un gruppo di soldati armati. Jack si barrica in un negozio d'armi e da li si difende fino all'arrivo delle truppe del CTU. Sfortunatamente Paul viene ferito gravemente. Tornati al CTU, l'unico modo per trovare l'ultimo terrorista rimasto è una missione sotto copertura con la complicita della signora Araz, che accetta in cambio della propria libertà. Le cose però precipitano è Jack si trova prigioniero e senza appoggio nelle mani dei terroristi. Nel frattempo un falso pilota dell'aereonautica riesce ad infiltrarsi in una base e a raggiungere un caccia...il suo possibile obbiettivo è il Presidente degli Stati uniti in volo sull'Air Force One.

"Il logo di 24 compare sullo schermo..."

"...e la gravità della situazione costringe Jack a rifugiarsi in un negozio di armi"


"I suoi avversari sono bene armati ed addestrati..."


"...ma lui non è certo da meno"


"Jack pronto e risoluto all'ennesima missione sotto copertura..."


"...si prepara insieme alla signora Araz..."

"...ma gli eventi non tardano a prendere una brutta piega..."

"...lasciandoci, a fine episodio, pensierosi e a braghe calate!"

5 comments:

Anonymous said...

Cugini!! Non lo guardo 24 se fa quest'effetto...

mikyalpha said...

...non ti preoccupare basta guardarlo con persone fidate................certo che se lo guardi in una sala piena di marinai negri che son rimasti 1 anno in mare senza "veder niente" potresti essere in una situazione RISCHIOSA!!!
....e comunque questo non è ancora niente..... aspetta prossime puntate.
E come sempre:
GRANDE CUGINO!!!!!!!!

Weltall said...

ecco quello che io chiamo "non usare mezzi termini"
^_________^

Anonymous said...

Cugino, ho visto Jack usare il mio fucile!

Weltall said...

Visto?!? VISTO?!?