Monday, February 14, 2011

La fine arriva in tre dimensioni...ma ne bastava anche mezza

Tutto quanto è destinato a finire prima o poi. Le cose belle generalmente finiscono troppo presto mentre le cose brutte si trascinano per più tempo prima di esaurirsi. Giunto, grazie ad un sempre clamorosa risposta di pubblico (soprattutto americano durante il weekend di Halloween), al settimo capitolo, anche per Saw è venuto il momento di accomiatarsi e questa volta per sempre. Game Over. Non ci sono cazzi. Un po' mancherà questo appuntamento annuale che ha visto evolversi, capitolo dopo capitolo, il giudizio di chi scrive su questa saga horror dalle tinte decisamente splatter: si è passati dall' indifferenza sul primo film al risveglio dell' interesse per il secondo. Il rifiuto con il terzo film fino alla noia del quarto. Dal quinto in poi si è seguito giusto per il gusto di vedere che diavolo di trappole elaborate si sarebbero tirati fuori dalla zucca gli sceneggiatori anche perché, la storia alla base di tutto, ha mantenuto un senso (quasi) logico fino al terzo capitolo andando poi a sovrasciversi e ad accumulare linee temporali di decine di personaggi fino a diventare, non solo incomprensibile, ma francamente ridicola. Saw VII (o 3D) non si discosta tanto dai precedenti, mantenendosi cioè a livelli molto bassi e, per tirare le somme prima di chiudere baracca, gli sceneggiatori sono andati a ripescare elementi dal primissimo film imbastendo una trama intricata che si risolve in un finale con il solito montaggio che salta fra i vari piani del racconto. Se di regia è inutile parlare, visto che Kevin Greutert si trova qui a svolgere in maniera svogliata un compitino assegnatoli per contratto, è giusto notare come, in maniera inversamente proporzionale all' abbassarsi delle qualità tecniche del film, sono aumentate le attenzioni e l'impegno nell' aspetto più truculento, quello delle trappole che, a parte quella che vede coinvolto il cantante dei Linking Park, appaiono anche loro decisamente sottotono. "Ma possibile che non abbiano pensato a niente per chiudere col botto?" vi starete chiedendo. Certo che ci hanno pensato e si sono risposti "il 3D!". Solo che io l'ho visto in semplice 2D anche se non credo che il risultato sarebbe stato diverso. Bè pazienza, non rimane che salutarci: addio Jigsaw, a te e a tutti i piani cervellotici che hai imbastito. E pensare che hai fatto tutto questo con un cancro al cervello. Non oso immaginare che avresti fatto se soffrivi di emorroidi.

5 comments:

mikypower said...

eheheh a me mi ci hanno portato di peso al cinema,visto che non avevo mai visto i precedenti. Mah quindi la fine del discepolo non era un gran finale? :p ok comunque l'unico giochino che mi è piaciuto è stato quello iniziale :D

Chimy said...

Complimenti per la frase finale :) hehehe

Weltall said...

@Mikipower: se non fosse stato il terzo discepolo che saltava fuori poteva essere un finale appena mediocre ^__*

@Chimy: e' un interrogativo che mi tormenta ^__*

Vegas said...

Ho visto due film della saga, ma mi hanno costretto, il genere splatter poco lo apprezzo...
bel blog complimenti

Weltall said...

@Vegas: posso dirti che non ti sei perso niente...soprattutto se non ami il genere ^^
Grazie per la visita ed il commento ^__*