Wednesday, February 16, 2011

BREAKING BAD - SEASON 01 -

TITOLO ORIGINALE: BREAKING BAD
TITOLO ITALIANO: BREAKING BAD
NUMERO EPISODI: 7

-TRAMA-
Walter White, rispettato professore di chimica in un liceo statunitense, scopre, all'età di cinquant'anni, di avere un tumore ai polmoni ad uno stato piuttosto avanzato. Per mettere economicamente al sicuro la propria famiglia decide di usare le proprie conoscenze per produrre meta anfetamina insieme ad un suo ex studente.

-COMMENTO-
Se il "fine" non sempre giustifica i "mezzi" è anche vero che, serialmente parlando, i personaggi che, per raggiungere fini giusti e leciti, utilizzano mezzi che vanno ben oltre il confine di ciò che è considerato legale, sono anche quelli con i quali si empatizza e simpatizza di più. Walter White entra di diritto in questa categoria fin dai primi minuti dell' episodio pilota, dove lo troviamo in fuga, disperato, senza pantaloni e pronto ad un gesto estremo. Esattamente l'opposto dell' uomo dimesso e passivo che ci viene presentato prima che il medico gli diagnostichi il male da cui è afflitto. Ma è anche vero che, dietro quello che sembra l'americano medio, l' uomo comune che noti in mezzo alla strada ma di cui poco dopo ti dimentichi, si nasconde qualcosa, qualcosa che si percepisce anche grazie all' interpretazione di Bryan Cranston, qualcosa che bolle sotto quello strato di pacatezza, qualcosa che cercava solo la giusta valvola di sfogo per venire fuori. Qualcosa che intravediamo in questi sette episodi che compongono la prima stagione così come si intravedono soltanto le potenzialità (grandi) di questa serie e dei personaggi di contorno. Thumbs up per il momento ma giudizio definitivo è sospeso in attesa di vedere al seconda stagione.

-DVD-
Produttore: Sony
Distributore: Sony
Video: 1.78:1 anamorfico
Audio: Italiano, Inglese, Spagnolo Dolby Digital 5.1
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Spagnolo
Extra: Commento audio a 2 episodi, La realizzazione della serie, Provini e immagini del casting, Scene eliminate, Galleria fotografica, Dietro le quinte, Interviste
Regione: 2 Italia
Confezione: amaray

10 comments:

abel said...

Me ne han parlato bene di questa serie, devo recuperarla al più presto.

Killo said...

Lo stanno facendo su Rai 4...anzi son alla second stagione...ma lo fanno tardi cazzo e non riesco mai a vederlo...

Pupottina said...

non l'ho mai vista
però ora sono curiosa
la cercherò su rai 4 per vedere se è compatibile con i miei orari.
al momento mi fa impazzire misfits

Weltall said...

@abel: e fai cosa buona e giusta ^__*

@Killo: eh, gli orari di programmazione spesso e volentieri non coincidono mai con i miei...perciò me la sto guardando per conto mio agli orari che dico io ^__*

@Pupottina: Misfits me la stanno consigliando in tantissimi ed infatti ho le due stagioni pronte per la visione! Nel frattempo sono io a consigliarti di recuperare questa se ce la fai ^^

Noodles said...

Non mi stancherò mai di ripetere che Breaking Bad è una delle cose più perfette uscite negli ultimi anni, non solo dal punto di vista televisivo.
Hai perfettamente ragione poi: non è sempre più affascinante regalare la nostra empatia a un personaggio al limite? specie quando si tratta di un (apparente) uomo qualunque? Ormai mezza tv americana viaggia su questi binari... e da fan di Dexter non posso che approvare.

Francesco said...

Sono in pari con l'uscita americana e confermo che mantiene la qualità anche andando avanti.
La seconda stagione è sinora la migliore IMHO, il budget aumenta e le potenzialità della serie vengono sfruttate appieno....alcuni personaggi si sviluppano in maniera incredibile andando ben oltre la loro caratterizzazioni nella prima serie.
La terza stagione è un pò strana, la parte pre e post midseason son diversissime, forse troppo...e ha un finale "cliffanger" (cosa che di solito in BB non c'è) che richiede davvero tanto tempo per essere metabolizzato.
Essendo io chimico (per l'esattezza chimico organico, proprio come Walt :) ) vi dico che la serie è molto, molto accurata dal punto di vista scientifico...cosa affatto banale (quando curi certi particolari che probabilmente apprezzerà uno spettatore su 1000, significa che punti a un prodotto di qualità a 360°).
Consigliatissima, preparatevi a venir sorpresi ad ogni puntata...voglio mettervi la pulce nell'orecchio (non è spoiler, giuro): via via che andrete avanti, non è detto che walt sia il protagonista principale degli eventi, non sempre perlomeno. ta dan dan!

Francesco said...

@Noodles breaking bad è molto meglio di dexter, sotto quel punto di vista. dexter è un ti viene presentato come personaggio limite sin dalla prima puntata, lo prendi "così com'è".
Al contrario, in BB c'è un percorso che dura intere stagioni.. tutto quello che walt fa è giustificato ed è il risultato di una complessa interazione tra lui e l'ambiente, è un personaggio che parte da zero e si forma via via.
finalmente una serie TV che non ti sballotta di qua e di là per 20 episodi per far numero, bensì usa il tempo a disposizione per caratterizzare il protagonista in maniera meticolosissima... ripeto, è un gioiello di serie.

Weltall said...

@Noodles: è esattamente a Dexter che mi riferivo (anche se non l'ho scritto ^__*)

@Francesco: ti ringrazio per il commento ^^ La tua è l'ennesima conferma che ricevo su questa serie che diventa sempre più grande!!!

Anonymous said...

Per me è un vero e proprio capolavoro di regia, fotografia, recitazione e sceneggiatura. Bryan Cranston, ma anche Aaron Paul sono due mostri di bravura. Per me la terza stagione supera di gran lunga le prime due, che sono comunque bellissime.

Ale55andra

Weltall said...

@Ale55andra: inizio davvero a concordare! Ora sono a oltre metà della seconda stagione ^^