Wednesday, April 16, 2008

"Ho sempre creduto che fossero le cose che non scegli a renderti cio' che sei.."

Gone Baby Gone rappresenta uno dei più grossi errori/orrori distributivi italiani del 2008 (undici sale soltanto in tutta Italia...). Gone Baby Gone conferma che in casa Affleck, l'attore di talento è Casey. Gone Baby Gone ci fa realizzare che, dopo un' accidentata carriera d'attore, Ben Affleck ha forse trovato il suo posto. Gone Baby Gone lo vede infatti esordire dietro la macchina da presa con un opera prima sorprendente, inaspettata, e forse per questo ancora più gradita. La storia è tratta da un romanzo di Dennis Lehane (già autore di Mystic River) ed è una di quelle difficili da mandar giù perché taglia la gola come schegge di vetro e da il tormento una volta che arriva allo stomaco. Una storia ambientata in America, in quei quartieri dove vivono le persone ai margini della società. Una storia dove il confine tra bene e male, tra giusto e sbagliato è sottilissimo, e non si può rimanere in equilibrio ma bisogna scegliere, anche se difficile, anche se sgradevole. Una storia dove le stesse decisioni sono guidate, più che dal buon senso, dalla coscienza e dall' educazione religiosa. E bisogna essere pronti a pagare il prezzo delle proprie scelte. In un quartiere periferico di Boston una bambina, Amanda, scompare misteriosamente, forse è stata rapita e non si sa per certo se sia ancora in vita. La madre è una tossicomane sulla quale non si può fare affidamento, perciò sono gli zii della bambina a prendere in mano la situazione. L'arrivo della stampa da il via ad un circo mediatico che porta tantissime persone a sostare curiose davanti alla casa della bambina, quelle stesse persone che magari in circostanze diverse sarebbero passate per quelle strade tirando dritto senza mai girare lo sguardo. La zia di Amanda è convinta che una persona del quartiere, che conosce i posti e la gente, potrebbe dare un grande contributo alle indagini collaborando con la polizia. Decide perciò di assumere l'investigatore privato Patrik Kenzie e la sua compagna Angie Gennaro. Affiancati alle indagini dei detective Remy Bressant e Nick Poole, la verità che lentamente porteranno a galla non sarà facile da accettare. Per il suo primo film, Ben Affleck sceglie un approccio registico moderato, dimostrando di saper gestire il mezzo senza strafare, senza volersi mostrare "Autore" a tutti i costi. Si trova a suo agio nelle scene concitate (la sparatoria alla cava), in quelle cariche di tensione (la casa del pedofilo) ma anche in quelle più calme, dove il suo "sguardo" si posa sulle case, le strade, le vite che le animano, persone e volti. Un cast all'altezza (in particolar modo il fratello Casey e il sempre grande Ed Harris) lo aiutano nel compito di dare completezza ad uno dei film più interessanti di questo primo quadrimestre 2008. Eh si, il film mi ha proprio convinto ed ora è lecito aspettarsi tanto dal riscoperto regista Ben Affleck.

9 comments:

chimy said...

Concordo con tutte le tue parole; speriamo che Ben Affleck prosegua la strada della regia e che la prosegua in questo modo.

Un saluto (a presto)

Chimy

Killo said...

Speriamo bene....ciao bello son tornato operativo

Spino said...

Bene bene, anche io ero abbastanza prevenuto... questi commenti fanno ben sperare.

Edo said...

Continuo a sentrine parlare bene. I oa questo puntoi lo recupererò in dvd, dalle mie parti lo proiettavano ma ho fatto l'errore di non andare!

Weltall said...

@chimy: si, possimo solo sperare che abbia imboccato subito la giusta strada...incrociamo le dita ^__^

@killo: mi fa piacere ^__^

@spino: al solo sentire il nome di Ben Affleck siamo tutti un po' prevenuti ^___* Ma il film merita perciò se puoi procuratelo ^__^

@edo: peccato! Recuperalo assolutamente quando esce in versione noleggio!!!

t3nshi said...

Ottimo, un'altra recensione positiva! Spero di riuscire a vederlo presto, sono veramente curioso.

Ciao,
Lorenzo

Weltall said...

@T3nshi: è stata proprio la curiosità per le recensioni positive lette a spingermi a recuperarlo...e ho fatto bene ^__^
Te lo consiglio ^__*

kusanagi said...

lo attendo con ansia a noleggio, visto che non ho avuto la fortuna di essere nei paraggi di ua di quelle undici sale undici , ahime'.... mi consolero' leggendo il libro, che mia moglie dice esser molto bello

Weltall said...

@kusanagi: varamente un gran film distribuito in maniera criminale! Fammi sapere del libro che sono molto curioso ^___^