Tuesday, April 10, 2012

THE WALKING DEAD - SEASON 02 -

TITOLO ORIGINALE: THE WALKING DEAD
TITOLO ITALIANO: THE WALkING DEAD
NUMERO EPISODI: 13

-TRAMA-
Prosegue il cammino di Rick e degli altri sopravvissuti alla ricerca di un luogo sicuro dove stabilirsi in un mondo dove i morti camminano tra i vivi.

-COMMENTO-
Al fin troppo inflazionato gioco "spara a zero su The Walking Dead", dove il bersaglio è quantomeno immobile e di spalle, da queste parti si preferisce fare un bel respiro profondo e provare ad analizzare una serie che ha creato tanto grandi aspettative quanto profonde delusioni, ma che in qualche modo è riuscita a fare tesoro dei propri errori e tirare fuori le palle nei momenti più opportuni. Non è un segreto per nessuno che, dopo un inizio folgorante, la prima stagione abbia cominciato a perdere colpi, tendenza sfortunatamente continuata anche per i primi sette episodi della seconda. Per quanto in tanti abbiano voluto insistere sul tasto "zombie", i problemi non stanno li, nella loro presenza o nel loro numero per singolo episodio. Questo perchè The Walking Dead è una serie (e così la graphic novel da cui è tratta) che parla di un gruppo di persone che cerca di sopravvivere mantenendo una parvenza di civiltà in un mondo che è andato a puttane. Il problema principale risiede quindi nella scrittura: trame e sottotrame diluite fino all' impossibile nelle quali, tra l' inizio e la fine, non succede nulla o quasi. Per non parlare poi della quantità impressionante di personaggi inutili capaci solo di ficcarsi in situazioni al limite dell' imbarazzante volte unicamente ad allungare il brodo di poco sopra. Inutile girarci intorno, la serie, fino a questo momento, ha ruotato intorno a tre personaggi: Dale, Shane e Rick. Il primo è la voce della ragione, un uomo anziano che non vuole arrendersi e crede sia ancora necessario credere in una società civile. Il secondo è l' istinto di sopravvivenza fatto a persona, obiettivo da perseguire a prescindere, non importa chi ti lasci dietro. Il terzo e ultimo è forse quello che si è evoluto di più, diviso tra seguire il primo e seguire il secondo, uomo di legge, padre e marito nonostante tutto. Non è un caso se i momenti migliori di questa seconda stagione vedono loro come protagonisti sopratutto dalla seconda metà in poi. In definitiva questa seconda di The Walking Dead è partita con un piede nella fossa ma ha saputo piazzare un paio di colpi ad effetto (forse il finale di metà stagione era prevedibile ma ha comunque il suo valore) riuscendo a risollevarsi con un rush finale davvero serrato. E ci sono state anche delle morti eccellenti ma, converrete con me, tutte sbagliate. Affronterò comunque la terza stagione con un briciolo di speranza in più.

-DVD/BLURAY-
Non ancora disponibili date di uscite sia per l' edizione inglese che per quella italiana.

4 comments:

Pupottina said...

è una delle mie serie preferite.
i personaggi sono complessi.
la serie è imprevedibile in alcune puntare.
mi piace ;-)

Weltall said...

@Pupottina: secondo me solo alcuni personaggi sono complessi. Molti sono solo messi li a far numero ^__*

Riccardo Kaiser said...

Io la terza stagione la affronterò con molta disillusione -.- bah, vediamo dove vogliono arrivare..

Weltall said...

@Riccardo: io ho affrontato con molta disillusione anche la seconda quindi parto preparato ^^